IO

Vanity Fair (Italy) - - #Vanitysocial -

o 26 an­ni e fac­cio la mu­si­ci­sta. Cerco sem­pre rap­por­ti ve­ri, fuo­ri da­gli sche­mi im­po­sti dal­la so­cie­tà o da chiun­que al­tro: la vi­ta è mia, mi di­co, e se ho avu­to que­sto do­no so­lo io de­ci­do co­me vi­ver­la. Tut­ta­via mi ri­tro­vo spes­so in si­tua­zio­ni com­pli­ca­te. Ho in­con­tra­to que­st’uo­mo, mu­si­ci­sta an­che lui, che si è in­na­mo­ra­to di me. Io ne ero at­trat­ta, pe­rò mi ri­fiu­ta­vo di ac­cet­ta­re que­sta co­sa. Il mo­ti­vo? Ha 34 an­ni più di me. La­vo­ran­do in­sie­me a lui, al­la fi­ne ho ab­bas­sa­to le difese e mi so­no la­scia­ta an­da­re. Stia­mo in­sie­me e, man ma­no che il tem­po pas­sa, i miei sen­ti­men­ti cre­sco­no. Ma ho pau­ra per quel­lo che sa­rà: già una cop­pia nor­ma­le si ri­tro­va ad af­fron­ta­re pro­ble­mi ogni gior­no, fi­gu­rar­si noi che non pos­sia­mo progettare il fu­tu­ro, so­gna­re una fa­mi­glia. O in­ve­ce pos­sia­mo? Da un la­to mi sen­ti­rei egoi­sta ver­so un fi­glio, dall’al­tro pen­so a quan­te cop­pie sen­za amo­re met­to­no al mon­do fi­gli che poi van­no in­con­tro a pro­ble­mi. Me­glio con­di­vi­de­re una vi­ta in­te­ra ma tut­ta di ap­pa­ren­za o an­che po­chi an­ni di sen­ti­men­ti ve­ri e pie­ni? Non si sce­glie di chi in­na­mo­rar­si, pe­rò poi co­me si va avan­ti? HOPE

H

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.