I brutti nu­mE­ri dEL rE­gi­mE

Vanity Fair (Italy) - - Week -

Tut­to quel­lo che è ve­nu­to do­po – i fal­li­men­ti dell’eco­no­mia pia­ni­fi­ca­ta, la per­se­cu­zio­ne dei dis­si­den­ti, l’op­pri­men­te con­for­mi­smo di ogni dit­ta­tu­ra – è im­por­tan­te; ma evi­den­te­men­te non quan­to quel­lo che è av­ve­nu­to pri­ma. La ri­vo­lu­zio­ne ca­stri­sta è più ri­mar­che­vo­le e più af­fa­sci­nan­te, per l’im­ma­gi­na­rio del mon­do, del re­gi­me ca­stri­sta. E quan­do il gio­va­ne Fi­del dis­se «mi giu­di­che­rà la storia», lo sa­pe­va be­nis­si­mo che è dei gio­va­ni ottanta del Gran­ma che ri­mar­rà la nar­ra­zio­ne, e mol­to me­no di quan­to è ac­ca­du­to do­po. È una del­le (tan­te) co­se che Do­nald Trump non può ca­pi­re; e che Oba­ma ave­va pro­ba­bil­men­te ca­pi­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.