1 ANNO DAL GOLPE

Vanity Fair (Italy) - - Week - di FRANCESCO BISOZZI

Gra­zie al­la vit­to­ria del Sì al re­fe­ren­dum co­sti­tu­zio­na­le del­lo scor­so apri­le, il pre­si­den­te tur­co Re­cep Tayy­ip Er­do­gan po­trà re­sta­re al po­te­re fi­no al 2029. A un anno dal golpe del 15 lu­glio per ro­ve­sciar­lo, e men­tre l’op­po­si­zio­ne cer­ca di rior­ga­niz­zar­si, il Sul­ta­no (pri­mo mi­ni­stro dal 2003 e ca­po di Sta­to dal 2014) può ora scio­glie­re il Par­la­men­to, ol­tre ad ave­re il pie­no con­trol­lo del­le For­ze ar­ma­te. Se­con­do il Rap­por­to 2016-2017 di Am­ne­sty In­ter­na­tio­nal, in se­gui­to al fal­li­to col­po di Sta­to ci so­no sta­te de­ci­ne di mi­glia­ia di ar­re­sti e vio­la­zio­ni dei di­rit­ti uma­ni. Ecco i nu­me­ri.

23

So­no i con­dan­na­ti all’er­ga­sto­lo per il fal­li­to col­po di Sta­to, co­me ha da po­co de­ci­so un tri­bu­na­le di An­ka­ra. Il ma­xi pro­ces­so per il ten­ta­to golpe in Turchia ve­de al­la sbar­ra 221 im­pu­ta­ti, tra cui nu­me­ro­si al­ti mi­li­ta­ri: cir­ca 200 di lo­ro so­no de­te­nu­ti, una doz­zi­na la­ti­tan­ti: in­clu­so Fe­thul­lah Gü­len, il pre­di­ca­to­re in esi­lio ne­gli Usa, ri­te­nu­to la men­te del­la ri­vol­ta.

150

So­no i gior­na­li­sti in car­ce­re in Turchia. È il Pae­se con il più al­to nu­me­ro di re­por­ter im­pri­gio­na­ti. In­tan­to ha pre­so il via il pro­ces­so con­tro i cro­ni­sti ac­cu­sa­ti di aver fa­vo­ri­to il golpe. Ri­schia­no l’er­ga­sto­lo 30 ex di­pen­den­ti del grup­po edi­to­ria­le Za­man di Gü­len, l’imam ri­te­nu­to re­spon­sa­bi­le del fal­li­to col­po di Sta­to. Ad apri­le il do­cu­men­ta­ri­sta Ga­brie­le Del Gran­de è sta­to trat­te­nu­to in sta­to di fer­mo per gior­ni.

155°

La Turchia è re­tro­ces­sa al 155° (su 180) po­sto nel­la clas­si­fi­ca sul­la li­ber­tà di stam­pa nel mon­do pub­bli­ca­ta que­st’anno da Re­por­ter sen­za fron­tie­re. Nel 2016 oc­cu­pa­va la 151a po­si­zio­ne. Il re­gi­me di An­ka­ra, de­nun­cia l’or­ga­niz­za­zio­ne non go­ver­na­ti­va, ha mes­so a ta­ce­re cen­ti­na­ia di te­le­vi­sio­ni, ra­dio e gior­na­li cri­ti­ci nei con­fron­ti di Er­do­gan o vi­ci­ni al­la mi­no­ran­za cur­da.

38/100

L’ong sta­tu­ni­ten­se Free­dom Hou­se con ba­se a Wa­shing­ton pub­bli­ca ogni anno un rap­por­to sul­lo sta­to dei di­rit­ti po­li­ti­ci e del­le li­ber­tà ci­vi­li nel mon­do. Ogni Pae­se ri­ce­ve un pun­teg­gio: più il vo­to che ot­tie­ne è bas­so e me­no li­be­ri so­no i suoi cit­ta­di­ni. Que­st’anno la Turchia ha to­ta­liz­za­to so­lo 38 pun­ti (sui 100 a di­spo­si­zio­ne), ov­ve­ro 15 in me­no ri­spet­to all’anno pre­ce­den­te. Un tra­col­lo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.