CO­ME COM­POR­TAR­SI CON GLI SCO­NO­SCIU­TI

Vanity Fair (Italy) - - Week -

Spes­so è chi si in­con­tra per stra­da o i sem­pli­ci co­no­scen­ti a im­por­re il gen­der, ba­sta un in­no­cuo «Oh che bel­la bam­bi­na!» ri­vol­to al pas­seg­gi­no. Quan­do suc­ce­de Brent e Kyl di­co­no che la stra­te­gia mi­glio­re è ab­boz­za­re, so­prat­tut­to se l’in­te­ra­zio­ne è bre­ve e non ha con­se­guen­ze. In ca­si di in­te­ra­zio­ne con­ti­nua­ti­va, spie­ga­re gen­til­men­te che si sta cre­scen­do un bam­bi­no no gen­der e quin­di di non ri­vol­ger­si a lui con pro­no­mi ma­schi­li o fem­mi­ni­li (in in­gle­se si può usa­re il neutro ba­by in­ve­ce di boy). «Mol­to spes­so gli sco­no­sciu­ti at­tri­bui­sco­no il ge­ne­re sul­la ba­se del co­lo­re de­gli abi­ti», di­co­no. «Evi­ta­re di ve­stir­li di ro­sa e az­zur­ro è un pri­mo pas­so per co­mu­ni­ca­re neu­tra­li­tà».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.