Il di­vo ad al­ta fe­del­tˆ

Vanity Fair (Italy) - - Next - di STEFANIA SALTALAMACCHIA

— «Mi piac­cio­no i Rol­ling Sto­nes per il ka­rao­ke. Sym­pa­thy for the De­vil è una del­le mi­glio­ri» Hu­gh Jack­man

Quan­do è sta­to elet­to «uo­mo più se­xy del pia­ne­ta» ha com­men­ta­to: «Brad (Pitt) que­st’an­no Hu­gh Jack­man, non era di­spo­ni­bi­le?». 50 an­ni il 12 ot­to­bre, è sem­pre sta­to un gran bra­vo ra­gaz­zo. Cre­sciu­to a pa­ne e surf a Bon­di Bea­ch, ha al­ter­na­to una car­rie­ra va­rie­ga­ta (no­ve ca­pi­to­li nei pan­ni di Wol­ve­ri­ne, can­tan­te e bal­le­ri­no in The Grea­te­st Sho­w­man, un To­ny Award per The Boy from Oz) a un uni­co gran­de amo­re: De­bor­ra-Lee Fur­ness. Con lei ha adot­ta­to due bam­bi­ni, por­ta a spas­so due ca­ni. Ed è (mol­to, mol­to) fe­li­ce

Deb, 13 an­ni più di lui, l’ha co­no­sciu­ta sul set del­la se­rie au­stra­lia­na Cor­rel­li. Si so­no spo­sa­ti nel 1996. Se so­no lon­ta­ni si te­le­fo­na­no più vol­te al gior­no. Nel 2013 è sta­ta lei a spin­ger­lo a far­si con­trol­la­re quel­la «mac­chia sul na­so». Da al­lo­ra è sta­to ope­ra­to cin­que vol­te per un car­ci­no­ma ba­so­cel­lu­la­re, «ma gra­zie ai con­trol­li fre­quen­ti sto be­nis­si­mo». Il pa­dre gli ha in­se­gna­to che quan­do si è fe­li­ci, bi­so­gna con­tri­bui­re. Ha aper­to a New York la Fon­da­zio­ne Lau­ghing Man, «l’uo­mo che ri­de», im­pe­gna­ta nel­la pro­du­zio­ne di caf­fè equo­so­li­da­le.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.