Eden Viag­gi: «Mer­ca­to fer­mo? Si pen­si al fu­tu­ro»

Viaggi del gusto - - L’indagine -

In se­gui­to ai fat­ti di Pa­ri­gi, ciò che pre­oc­cu­pa un po’ tut­ti è lo sta­to del mer­ca­to. Sia quel­lo eco­no­mi­co che psi­co­lo­gi­co. «Do­po una tra­ge­dia del ge­ne­re – af­fer­ma Nardo Fi­lip­pet­ti, pre­si­den­te del grup­po Eden Viag­gi e pa­st pre­si­dent di Astoi – è na­tu­ra­le che il mer­ca­to si fer­mi. E non so­lo quel­lo del tu­ri­smo. È il fat­to­re uma­no, e for­se è an­che giu­sto che sia co­sì. Si av­ver­te il sen­so del­la pau­ra, del­la guer­ra. È ne­ces­sa­rio, quin­di, es­se­re rea­li­sti­ci e guar­da­re al­la co­se per co­me so­no. Se pen­so al pas­sa­to, al­la guer­ra del Gol­fo, quan­do gli ita­lia­ni as­sal­ta­va­no i su­per­mer­ca­ti pen­san­do che la guer­ra si po­tes­se tra­sfe­ri­re a ca­sa lo­ro, ve­do che c’è una mag­gio­re con­sa­pe­vo­lez­za. Una for­za di rea­zio­ne più spe­ci­fi­ca».

Un da­to que­sto che ci fa ri­flet­te­re…

«Cer­to, e che ci con­sen­te di di­re che ogni im­pre­sa, no­no­stan­te il qua­dro com­ples­so del­la geo­po­li­ti­ca, de­ve la­vo­ra­re con un in­na­to ot­ti­mi­smo nel­le co­se e nel mer­ca­to. È evi­den­te che pro­prio in que­sti mo­men­ti il ve­ro im­pren­di­to­re de­ve por­re le ba­si per af­fron­ta­re il mer­ca­to e le sue sfi­de nel mo­men­to in cui l’al­lar­me ces­se­rà. Chi non ha la lun­gi­mi­ran­za di ope­ra­re in que­sto mo­do, non riu­sci­rà a sfrut­ta­re i van­tag­gi di es­ser­si mos­so per tem­po».

A que­sto pun­to qua­li so­no le de­sti­na­zio­ni sul­le qua­li pun­ta­re in un mo­men­to di ge­ne­ra­le in­sta­bi­li­tà po­li­ti­ca?

«Ab­bia­mo scel­to di con­cen­tra­re sem­pre più i no­stri im­pe­gni an­che su un tar­get al­to e di ope­ra­re a 360 gra­di sul lun­go rag­gio, pun­tan­do sia su un raf­for­za­men­to dell’of­fer­ta in aree già com­mer­cia­liz­za­te, sia su in­ve­sti­men­ti in nuo­ve de­sti­na­zio­ni con un al­to po­ten­zia­le di cre­sci­ta. Mo­zam­bi­co, An­ti­gua, Oman, Abu Dha­bi e Se­ne­gal fan­no par­te di que­sta stra­te­gia. Sa­rà inol­tre fon­da­men­ta­le ope­ra­re sull’in­co­ming. Ab­bia­mo in­ten­zio­ne di ac­qui­si­re quo­te di mer­ca­to im­por­tan­ti an­no­ve­ran­do­ci tra gli ope­ra­to­ri In­co­ming lea­der in Ita­lia. La vi­sion fu­tu­ra, in­ve­ce, è apri­re se­di sta­bi­li all’estero, per pre­si­diar­ne i mer­ca­ti del ter­ri­to­rio di ri­fe­ri­men­to. In­fi­ne un oc­chio al web. Sa­re­mo pre­sto on­li­ne con una nuo­va ve­ste gra­fi­ca e con nuo­ve fun­zio­na­li­tà, il nuo­vo si­to eden viag­gi. it. Il si­to do­vrà in­ter­cet­ta­re il clien­te fi­na­le par­ten­do dai suoi de­si­de­ri e an­zi, an­ti­ci­pan­do le sue idee di viag­gio».

Se pen­so al pas­sa­to, al­la guer­ra del Gol­fo, quan­do gli ita­lia­ni as­sal­ta­va­no i su­per­mer­ca­ti pen­san­do che il con­flit­to si po­tes­se tra­sfe­ri­re a ca­sa lo­ro, ve­do che c’è una mag­gio­re con­sa­pe­vo­lez­za. Una for­za di rea­zio­ne più spe­ci­fi­ca

In al­to, Nardo Fi­lip­pet­ti, pre­si­den­te del grup­po Eden Viag­gi. Sot­to, un pa­no­ra­ma del Mo­zam­bi­co, tra le de­sti­na­zio­ni 2016 del tour ope­ra­tor

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.