Short

VOGUE Bambini - - NEW READERS -

ser­te, a scru­ta­re l’oriz­zon­te. Lo guar­da­vo da lon­ta­no, dal no­stro ac­cam­pa­men­to di for­tu­na: un te­lo te­so tra i fuo­ri­stra­da.Am­mi­ra­vo la sua tu­ni­ca, il no­bi­le tur­ban­te, lo sguar­do fie­ro di chi sa sta­re in si­len­zio. Al suo brac­cio scin­til­la­va qual­co­sa, il ri­fles­so di tre gem­me. Ero cu­rio­so e mi av­vi­ci­nai, lui fe­ce se­gno di se­der­mi lì ac­can­to. Le tre gem­me non era­no tre gem­me, era­no tre oro­lo­gi. Uno vi­ci­no all’al­tro, sul pol­so del vec­chio ca­ro­va­nie­re. I lo­ro qua­dran­ti di ve­tro ri­ver­be­ra­va­no e span­de­va­no la lu­ce del sole che fil­tra­va tra le go­le dell’oa­si. Idriss ca­pì dal mio sguar­do la cu­rio­si­tà per quel pol­so con tre oro­lo­gi. Sor­ri­se e rac­con­tò. Rac­con­tò di quel con­fi­ne in­vi­si­bi­le, fat­to di ven­to e sab­bia. Rac­con­tò di quel pun­to se­gna­to so­lo sul­le map­pe de­gli

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.