Con­ver­sa­tion. MA DIPINGERE È ME­GLIO, by Mau­ri­zio Cat­te­lan.

Il più ir­ri­ve­ren­te (e quo­ta­to) de­gli ar­ti­sti ita­lia­ni in­ter­vi­sta Tho­mas Brai­da, ta­len­to con il de­mo­ne del­la pit­tu­ra: «Per dipingere uso di tut­to: ma­ni, strac­ci, go­mi­ti, il gat­to»

VOGUE (Italy) - - NEWS - by Mau­ri­zio Catt elan

«Un gior­no un vec­chio pit­to­re ubria­co­ne ve­ne­zia­no mi ha det­to che il ta­len­to è co­me un pre­sti­to da re­sti­tui­re con gli in­te­res­si»

Do­ve com­pri i ve­sti­ti? Sem­bri un ar­ti­sta bo­hé­mien co­me non ne esi­sto­no più, ma in cui la gen­te an­co­ra cre­de.

C’è un luo­go a Me­stre do­ve con 10 eu­ro sei a po­sto. Ma si ve­de che è uno sti­le in­na­to, io non me ne ac­cor­go nean­che più. Ho ini­zia­to pre­sto a usa­re un cer­to ti­po di ab­bi­glia­men­to, co­me i ve­sti­ti an­ni 80 dei miei fra­tel­lo­ni. Poi al­le vol­te, un po’ per umo­ri­smo, fac­cio cer­ti ac­co­sta­men­ti.

Una do­man­da che fac­cio spes­so e le ri­spo­ste so­no sem­pre in­te­res­san­ti: quan­do hai ca­pi­to che vo­le­vi fa­re l’ar­ti­sta?

Ci so­no na­to, poi col tem­po ti ac­cor­gi che qual­co­sa non va. E a quel pun­to o di­ven­ti un ar­ti­sta o puoi ri­schia­re di fa­re un sac­co di por­che­rie. Mol­ti qua­dri miei lo so­no, ma ci sto la­vo­ran­do su, sto mi­glio­ran­do.

Sen­ti l’esi­gen­za di mo­stra­re i tuoi la­vo­ri al­la gen­te? Ti im­por­te­reb­be se nes­su­no li ve­des­se mai?

Fa par­te del mio la­vo­ro in­ter­lo­qui­re con lo spet­ta­to­re. Dipingere è una co­sa che non si fa so­lo per se stes­si – se vuoi fa­re l’ar­ti­sta, al­tri­men­ti sei un bu­giar­do.

Co­sa sa­re­sti di­spo­sto a fa­re per ave­re suc­ces­so co­me ar­ti­sta?

Sa­rei di­spo­sto a fa­re tut­to quel­lo che ho fat­to, un’al­tra vol­ta. Poi pos­sia­mo par­la­re di cos’è il suc­ces­so: io non ne ho idea (nean­che con le don­ne). Tu sì pe­rò…

Ri­spo­sta pue­ri­le. Stai svi­co­lan­do. Sai benissimo che il suc­ces­so è quan­do gli al­tri ri­co­no­sco­no il tuo ta­len­to.

Un gior­no un vec­chio pit­to­re ubria­co­ne ve­ne­zia­no mi ha det­to che quan­do gli al­tri ri­co­no­sco­no del ta­len­to in te hai una gros­sa re­spon­sa­bi­li­tà e de­vi dar­ti da fa­re, non so­lo per te stes­so. È co­me un pre­sti­to da re­sti­tui­re con gli in­te­res­si. Pe­rò non so se gli ho cre­du­to.

È più dif­fi­ci­le dipingere og­gi che in pas­sa­to?

No, an­zi. Og­gi la pit­tu­ra vie­ne pre­sa con su­per­fi­cia­li­tà. Po­chi la co­no­sco­no be­ne. E ti ca­pi­ta di chie­der­ti se ha sen­so quel che fai, ma per for­tu­na le per­so­ne la ca­pi­sco­no istin­ti­va­men­te.

Quan­to di istin­ti­vo c’è nel­la tua pit­tu­ra?

Pa­rec­chio. Mi pia­ce im­prov­vi­sa­re. Pos­so im­prov­vi­sa­re an­che te­le di tre me­tri sen­za sa­pe­re co­sa sto fa­cen­do.

Se­con­do me i tuoi ti­to­li so­no mol­to bel­li. Ti vie­ne in men­te pri­ma il ti­to­lo o il la­vo­ro?

Di so­li­to si fan­no a vi­cen­da.

Leg­gi mol­to?

Di Kurt Von­ne­gut ho let­to qua­si ogni li­bro. E Sal­ga­ri, quan­do ero bam­bi­no, mi ha fat­to ve­ni­re vo­glia di leg­ge­re e ha in­ne­sca­to le mie fan­ta­sie che poi so­no de­ge­ne­ra­te nel­la pit­tu­ra. Non mi è mai ba­sta­to quel­lo che ave­vo da­van­ti. Ho sem­pre “pim­pa­to” la real­tà ren­den­do­la più ap­pe­ti­bi­le. Di­ver­ten­te. Al­me­no per me.

Eri un bam­bi­no tri­ste o al­le­gro?

Al­le­gro, ma non trop­po.

Sei mai sta­to in ana­li­si?

No, dipingere è me­glio. Que­sto dia­lo­go d’ar­ti­sta è un estrat­to dal­la mo­no­gra­fia “So­lo”, col­le­zio­ne AmC, che ac­com­pa­gna la mo­stra di Tho­mas Brai­da a Pa­laz­zo Na­ni Ber­nar­do (9/5-5/6) a cu­ra di Ca­ro­li­ne Cor­bet­ta, du­ran­te la 57ª Bien­na­le di Ve­ne­zia.

Qui so­pra. “Gran­de na­tu­ra mor­ta (work in pro­gress)”, 2017. I n bas­so. Le i nter­pre­ta­zio­ni di Tho­mas B rai­da, (35 an­ni, go­ri­zia­no) del­la co­ver di “Vo­gue I talia” di que­sto me­se. Nel­la pa­gi­na ac­can­to, dall’al­to, in sen­so ora­rio. L’ar­ti­sta al l avo­ro sull’ope­ra “Ar­ma­ged­don”. “La Gat­ta­ra”, 2017. “Sen­za ti­to­lo”, 2016.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.