LE STAN­ZE DEL­LA RE­DA­ZIO­NE ATTUALITÀ

VOGUE (Italy) - - LUOGHI - Di PA­TRI­CIA URQUIOLA

«Ador­ne­rò un ro­seo san­tua­rio con la tra­ma in­trec­cia­ta d’una men­te al la­vo­ro» è il ver­so dall’“Ode a Psi­che” del poe­ta in­gle­se John Kea­ts che per Pa­tri­cia Urquiola (57 an­ni) «è sta­to l’ini­zio e la fi­ne del pro­get­to». La de­si­gner spa­gno­la ha im­ma­gi­na­to due stan­ze vi­ci­ne: «La pri­ma rap­pre­sen­ta l’attualità che guar­da al fu­tu­ro.

È qui che le co­se ac­ca­do­no, per que­sto gli ar­re­di, scel­ti fra pez­zi sto­ri­ci e di pro­du­zio­ne, si di­spon­go­no flui­da­men­te». La se­con­da stan­za, più rac­col­ta e ver­de, è «quel­la del­la me­mo­ria, del­la den­si­tà ana­lo­gi­ca: l’ar­chi­vio». Due rac­con­ti di­stin­ti, stret­ta­men­te con­nes­si fra lo­ro, in un gio­co di con­trap­po­si­zio­ne e con­ti­nui­tà. «Per pro­teg­ge­re la men­te al la­vo­ro di cui par­la Kea­ts, re­stan­do aper­ti al fu­tu­ro, dob­bia­mo tro­va­re un fil­tro per en­tra­re nel mon­do che ver­rà».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.