Nes­sun se­gre­to

L’un­der­wear di Ya­ma­may è stra­te­gi­co, per­fet­to per va­lo­riz­za­re, sen­za far­si ve­de­re

VOGUE Sposa - - COLLEZIONI -

Una di­scre­zio­ne con­qui­sta­ta con tan­ta ri­cer­ca. Bar­ba­ra Cim­mi­no, re­spon­sa­bi­le mar­ke­ting pro­dot­to ‘basic’, può dir­si sod­di­sfat­ta, la linea de­di­ca­ta al­la spo­sa è co­no­sciu­ta, è ri­co­no­sciu­ta, è ama­ta. E non era fa­ci­le con­qui­star­si un po­sto al so­le in una fa­scia di mer­ca­to co­sì esi­gen­te e co­sì spe­ci­fi­ca. “Lo ab­bia­mo fat­to con la com­pe­ten­za e con la ri­cer­ca. Con la vo­lon­tà as­si­dua e ir­re­mo­vi­bi­le di mi­glio­ra­re sem­pre il pro­dot­to e di non fermarci sui ri­sul­ta­ti. Ta­gli al vi­vo, abolizione di ogni cu­ci­tu­ra, mi­croa­stu­zie per co­strui­re il ca­po come una ve­ra se­con­da pel­le so­no sta­ti iden­ti­fi­ca­ti e ap­prez­za­ti dal­la spo­sa che, quel gior­no, non de­ve ‘tra­di­re’ al­cun ab­bi­glia­men­to in­ti­mo, ma va­lo­riz­za­re se stes­sa e il suo abito. Poi, per il gior­no do­po en­tra in gio­co la se­du­zio­ne e ci si può sbiz­zar­ri­re e ci sia­mo sbiz­zar­ri­ti con pro­po­ste ir­re­si­sti­bi­li”. Un gran­de suc­ces­so? “Il kimono in se­ta, praticamente il pre-abito, da in­dos­sa­re quan­do c’è il ma­ke-up ar­ti­st, l’hair sty­li­st e tut­to ha ini­zio, com­pre­so il ser­vi­zio fo­to­gra­fi­co”.

G.P.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.