Batman ci in­se­gni a bat­te­re i ter­ro­ri­sti

Wired (Italy) - - NOW - Ste­fa­no re­gaz­zo­ni

Nell’ul­ti­mo ca­pi­to­lo del­la sa­ga di Ch­ri­sto­pher No­lan de­di­ca­ta al Cavaliere oscu­ro, Batman di­chia­ra che quel­la che si ap­pre­sta a com­bat­te­re a Gotham è «una guer­ra». La fc­tion ci era già ar­ri­va­ta: il terrore non ha più il vol­to del crimine. Il terrore è una nuo­va for­ma di guer­ra che si com­bat­te nel­le cit­tà: nei ne­go­zi, nei luo­ghi di la­vo­ro, nel­le scuo­le. Il fron­te è qui, a ca­sa no­stra. Gli Sta­ti Uni­ti lo han­no spe­ri­men­ta­to e han­no sa­pu­to rea­gi­re con mi­su­re ec­ce­zio­na­li. Noi eu­ro­pei ab­bia­mo so­li­da­riz­za­to, cri­ti­can­do pe­rò gli ec­ces­si di di­fe­sa che

Nle­de­va­no lo sta­to di di­rit­to. Adesso toc­ca a noi. I pros­si­mi an­ni sa­ran­no an­ni di guer­ra. Una guer­ra che si com­bat­te­rà sul nuo­vo fron­te del ter­ro­ri­smo isla­mi­sta: l’Eu­ro­pa. Il pun­to è quan­to tem­po ci im­pie­ghe­re­mo a ca­pir­lo. Quan­to tem­po im­pie­ghe­re­mo a ca­pi­re che il ter­ro­ri­sta isla­mi­sta non può es­se­re trat­ta­to come un sem­pli­ce cri­mi­na­le. Che cos’è un ter­ro­ri­sta isla­mi­sta? Né un cri­mi­na­le né un nemico clas­si­co. Ma un nuo­vo ti­po di nemico che pren­de di mi­ra ci­vi­li iner­mi e ha come obiet­ti­vo la di­stru­zio­ne del­la de­mo­cra­zia. Fi­no a og­gi ci sia­mo li­mi­ta­ti a cri­ti­ca­re la guer­ra al terrore. Adesso è tem­po di ca­pi­re che ci tro­via­mo di fron­te a un nemico as­so­lu­to da an­nien­ta­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.