Tan­to di cappello

Un ac­ces­so­rio che tor­na di mo­da, gra­zie al ri­lan­cio di due tra i mar­chi sto­ri­ci più fa­mo­si. Bor­sa­li­no e Pa­niz­za han­no in­fat­ti gran­di idee in te­sta.

laRegione - Ticino 7 - - Tendenze - Scri­ve Al­ba Mi­na­deo

Ol­tre a es­se­re un mar­chio, Bor­sa­li­no è un mo­del­lo di cappello, un em­ble­ma di vi­ri­li­tà che ha di­se­gna­to il look di mol­ti uo­mi­ni fa­mo­si, da Hum­ph­rey Bo­gart a Ca­ry Grant. È un co­pri­ca­po che sta all’uo­mo ele­gan­te co­me lo Ste­tson al co­w­boy sti­le John Way­ne. Por­ta­re un Bor­sa­li­no non si­gni­fi­ca sol­tan­to ri­pa­rar­si dal­la piog­gia o dal fred­do, ma ave­re fa­sci­no, at­trar­re l’at- ten­zio­ne, na­scon­de­re uno sta­to d’ani­mo o uno sguar­do, co­me quel­lo mi­ste­rio­so di Gre­ta Gar­bo, ve­la­to da una gran­de te­sa. Por­ta­re un co­pri­ca­po vuol di­re ave­re l’oc­ca­sio­ne di to­glier­lo con ge­sto ga­lan­te di fron­te a una si­gno­ra. Op­pu­re da­van­ti al suo in­ven­to­re, Giu­sep­pe Bor­sa­li­no, «u siur Pe­pin», che do­po l’espe­rien­za di Mae­stro Cap­pel­la­io da Ber­teil, a Pa­ri­gi, nel 1857 aprì il suo cap­pel­li- fi­cio ad Ales­san­dria. Dall’ala del suo pri­mo Bor­sa­li­no, in fel­tro di pe­lo di co­ni­glio, le idee pre­se­ro il vo­lo.

IL RI­LAN­CIO DEL BRAND

Il Bor­sa­li­no è og­gi si­no­ni­mo di cappello in fel­tro ma fin dal ’700 que­sta tra­di­zio­ne ar­ti­gia­na­le era ca­rat­te­ri­sti­ca dell’Al­to Ver­ba­no e del Pie­mon­te. La pri­ma fab­bri­ca in­du­stria­le, Al­ber­ti­ni, nac­que a In­tra nel 1817, se­gui­ta da Bor­sa­li­no; nel 1862 ven­ne Bar­bi­sio, Mi­la­nac­cio & Co. di Biel­la e, nel 1881, Pa­niz­za di Ghif­fa che rap­pre­sen­tò uno dei mar­chi di mag­gior pre­sti­gio a li­vel­lo in­ter­na­zio­na­le. A par­ti­re da­gli an­ni set­tan­ta del ’900 il cappello in fel­tro cad­de in di­su­so e nel 1981 Pa­niz­za chiu­se la fab­bri­ca, ce­den­do in se­gui­to l’azien­da al Cap­pel­li­fi­cio Fal­cus di Mon­te­var­chi. La ge­stio­ne è an­co­ra og­gi nel­le ma­ni del­la fa­mi­glia Gam­ba: Lau­ra, la pro-ni­po­te di Na­ta­le, ami­co e so­cio del fon­da­to­re Gio­van­ni Pa­niz­za, è l’Am­mi­ni­stra­to­re De­le­ga­to e tra­sfe­ri­sce in cia­scun cappello l’ec­cel­len­za sto­ri­ca, frut­to di sa­pien­za e ar­ti­gia­na­li­tà.

An­che Bor­sa­li­no su­bì un cer­to ri­di­men­sio­na­men­to sen­za pe­rò ral­len­ta­re l’at­ti­vi­tà. So­lo di re­cen­te ha ri­schia­to il fal­li­men­to a cau­sa di un crac fi­nan­zia­rio per­pe­tra­to dal ban­ca­rot­tie­re Mar­co Ma­ren­co, fug­gi­to e ar­re­sta­to dal­la po­li­zia ti­ci­ne­se nel 2015. È sta­ta sal­va­ta da Phi­lip­pe Cam­pe­rio, 44 an­ni, un fi­nan­zie­re ita­lo-sviz­ze­ro che ha ga­ran­ti­to il po­sto di la­vo­ro ai 130 di­pen­den­ti e che, in fu­tu­ro, vuo­le ri­lan­cia­re il brand pun­tan­do ver­so il Nord Eu­ro­pa e gli Sta­ti Uni­ti, con l’aper­tu­ra di un ne­go­zio a New York. Ad Ales­san­dria già lo chia­ma­no Mon­sieur Bor­sa­li­no. Cha­peau!

Newspapers in Italian

Newspapers from Switzerland

© PressReader. All rights reserved.