L’uragano Ir­ma scen­de a ca­te­go­ria 1; Keys, si ri­schia una cri­si uma­ni­ta­ria

La Gente d'Italia - - DA PRIMA PAGINA - Dal­la NO­STRA RE­DA­ZIO­NE DI MIA­MI

Il Cen­tro ura­ga­ni na­zio­na­le sta­tu­ni­ten­se ha de­clas­sa­to Ir­ma a ca­te­go­ria 1 con ven­ti fi­no a un mas­si­mo di 136 chi­lo­me­tri l'ora..

All'ar­ci­pe­la­go del­le Keys, all'estre­mo sud del­la Flo­ri­da, "si ri­schia una cri­si uma­ni­ta­ria". Lo af­fer­ma­no le au­to­ri­tà lo­ca­li do­po il pas­sag­gio de­va­stan­te dell'uragano Ir­ma. Dif­fi­ci­lis­si­mi i soc­cor­si 'por­ta a por­ta' per via del­le strade di­strut­te e dei pon­ti dan­neg­gia­ti, ma an­che per il li­vel­lo del­le ac­que.

So­no al momento ol­tre 7 mi­lio­ni le abi­ta­zio­ni e gli eser­ci­zi com­mer­cia­li la­scia­ti sen­za elet­tri­ci­tà in di­ver­si sta­ti Usa al pas­sag­gio dell'uragano Ir­ma. La gran par­te de­gli uten­ti col­pi­ti si tro­va in Flo­ri­da, do­ve il ge­sto­re lo­ca­le di elet­tri­ci­tà fa sa­pe­re che la va­sti­tà dei dan­ni è la mag­gio­re mai re­gi­stra­ta nel­la storia.

Nel Sun­shi­ne Sta­te so­no in­fat­ti ol­tre 4 mi­lio­ni tra abi­ta­zio­ni ed eser­ci­zi com­mer­cia­li che a mez­zo­gior­no di og­gi re­sta­no sen­za cor­ren­te elet­tri­ca e a ri­sen­tir­ne so­no no­ve mi­lio­ni di per­so­ne.

So­no al­me­no cinque i mor­ti in Flo­ri­da a cau­sa dell'uragano. Si con­ta­no due vit­ti­me nel­la con­tea di Mon­roe, che com­pren­de le Flo­ri­da Keys: un uo­mo è mor­to do­po aver per­so il con­trol­lo del suo fur­go­ne men­tre sta­va tra­spor­tan­do un ge­ne­ra­to­re e un al­tro è mor­to ie­ri nel­la sua ca­sa di Shark Key, cir­ca 11 chi­lo­me­tri a est di Key West. Due le vit­ti­me per un in­ci­den­te stra­da­le nel­la con­tea di Har­dee e una - sem­pre per un in­ci­den­te - nel­la con­tea di Orange.

A Mia­mi so­no ri­ma­ste in pie­di ol­tre ven­ti gru per la co­stru­zio­ne dei grat­ta­cie­li, che non era pos­si­bi­le smon­ta­re in tem­po.

La pri­ma, al nu­me­ro 300 del Bi­scay­ne Bou­le­var, è già crol­la­ta, de­mo­len­do una par­te dell’edi­fi­cio a cui si ap­pog­gia­va. L’in­cu­bo è che ca­da­no tut­te, mi­nac­cian­do le tor­ri do­ve si so­no ri­fu­gia­te le per­so­ne, pen­san­do di es­se­re al si­cu­ro.

E' in­ve­ce in­tat­ta la ca­sa-museo di Ernest He­ming­way a Key West, do­po il pas­sag­gio dell'uragano. Lo ha det­to alla Nbc il cu­ra­to­re del­la di­mo­ra sto­ri­ca, Da­ve Gon­za­les, che ha inoltre con­fer­ma­to "so­no sal­vi i 54 gat­ti" che la abi­ta­no.

Sa­reb­be­ro di­scen­den­ti dal gatto di He­ming­way, 'Snow Whi­te'. A di­mo­strar­lo il fat­to che mol­ti tra lo­ro han­no sei di­ta, un trat­to ge­ne­ti­co ere­di­ta­to da Snow Whi­te che era a sua vol­ta un gatto po­li­dat­ti­le, così det­to in quan­to pos­sie­de un nu­me­ro di di­ta su­pe­rio­re al nor­ma­le nel­le zam­pe a cau­sa di un'ano­ma­lia fi­si­ca con­ge­ni­ta. Gon­za­les ha inoltre ri­fe­ri­to che al momento non vi è elet­tri­ci­tà, acqua cor­ren­te o ser­vi­zio in­ter­net. La notizia uf­fi­cia­le del­le die­ci vit­ti­me di Cu­ba è di ie­ri, fi­no a l’al­tro ie­ri si par­la­va so­lo di dan­ni ma­te­ria­li. Le vit­ti­me so­no sta­te re­gi­stra­te nel­le pro­vin­ce dell'Ava­na, di Ma­tan­zas, Sanc­ti Spi­ri­tus e Cie­go de Avi­la. Di­ver­se le cau­se del­la mor­te, da in­ci­den­ti a crol­li di edi­fi­ci. I "cayos", col­la­na di iso­lot­ti tu­ri­sti­ci che se­gue la co­sta, re­sta­no iso­la­ti. Una par­te del­la re­cin­zio­ne e al­cu­ni pan­nel­li ester­ni dell'am­ba­scia­ta Usa all'Ava­na so­no sta­ti di­vel­ti e so­no ol­tre un mi­lio­ne le per­so­ne eva­cua­te. Inon­da­zio­ni e va­ri fe­ri­ti an­che nel nor­de­st di Hai­ti gio­ve­dì e ve­ner­dì, sfio­ra­ta dall'uragano, la Re­pub­bli­ca Do­mi­ni­ca­na è sta­ta spaz­za­ta da ven­ti di 285 chi­lo­me­tri l'ora e for­ti piog­ge, co­strin­gen­do all'eva­cua­zio­ne di cir­ca 20mi­la per­so­ne. Al­me­no 2.135 abi­ta­zio­ni so­no sta­te dan­neg­gia­te. RO­BER­TO ZANNI al­le pa­gi­ne 4 e 5

Newspapers in Italian

Newspapers from Uruguay

© PressReader. All rights reserved.