Dob­bia­mo po­ter sce­glie­re chi vo­ta­re

La Gente d'Italia - - DA PRIMA PAGINA -

Nel­la

Re­pub­bli­ca del­le ba­na­ne in cui vi­via­mo l’ul­ti­ma tro­va­ta è il Ro­sa­tel­lum bis. L’in­ven­zio­ne è ov­via­men­te de­gli il­le­git­ti­mi al go­ver­no.

Era im­ma­gi­na­bi­le e si sa­pe­va che, do­po il re­fe­ren­dum co­sti­tu­zio­na­le con cui gli ita­lia­ni han­no scon­fit­to Mat­teo Ren­zi e com­pa­gnia, non è sta­ta fat­ta nes­su­na leg­ge elet­to­ra­le, mal­gra­do le pro­mes­se. Ades­so, il Ro­sa­tel­lum bis, ov­ve­ro il ge­mel­lo del si­ste­ma di vo­to già abor­ti­to ad ini­zio esta­te, non so­lo non è in gra­do di da­re una mag­gio­ran­za cer­ta, ma, al con­tra­rio, ad­di­rit­tu­ra la ne­ga.

È un mi­sto tra pro­por­zio­na­le e mag­gio­ri­ta­rio, col­le­gi uni­no­mi­na­li e plu­ri­no­mi­na­li, che dà una so­la cer­tez­za: nes­sun Ese­cu­ti­vo po­trà mai go­ver­na­re. Sa­reb­be so­lo un si­ste­ma uni­co elet­to­ra­le che, a cau­sa del caos crea­to da Ren­zi, ci fa­reb­be pre­ci­pi­ta­re in vo­ta­zio­ni dif­fe­ren­ti per Ca­me­ra e Se­na­to. In­som­ma, il Ro­sa­tel­lum bis è un’al­tra, l’en­ne­si­ma, ma­ce­do­nia di pro­por­zio­na­le e mag­gio­ri­ta­rio aven­te co­me uni­co obiet­ti­vo quel­lo di ga­ran­ti­re il po­sto a chi i vo­ti non li ha. Co­me An­ge­li­no Al­fa­no, ad esem­pio.

In mo­do che pos­sa­no con­ti­nua­re, non vo­lu­ti, né scel­ti, né elet­ti da­gli ita­lia­ni, a vi­ve­re ob­tor­to col­lo al­le spal­le di noi tut­ti. Il ful­cro del Ro­sa­tel­lum bis è l’abo­li­zio­ne di ciò che con­ta: le pre­fe­ren­ze. Va­le a di­re la pos­si­bi­li­tà per noi elet­to­ri di sce­glie­re i par­la­men­ta­ri che de­si­de­ria­mo e, so­prat­tut­to, che vo­glia­mo che ci rap­pre­sen­ti­no.

Al con­tra­rio, a chi dà il Ro­sa­tel­lum bis la pos­si­bi­li­tà di sce­glie­re i can­di­da­ti al po­sto di noi tut­ti elet­to­ri?

Guar­da ca­so ai se­gre­ta­ri di partito, co­me Ren­zi ad esem­pio, il qua­le ar­ruo­lò tra le fi­la dei per­so­na­li “vo­tan­ti” al­le pri­ma­rie gli ex­tra­co­mu­ni­ta­ri ir­re­go­la­ri a due eu­ro a ca­poc­cia.

Nei col­le­gi uni­no­mi­na­li, la li­sta dei no­mi­na­ti sa­rà co­sì cer­ta da da­re il con­trol­lo si­cu­ro del re­sto del Par­la­men­to sem­pre e so­lo ai se­gre­ta­ri di partito. Ca­me­ra e Se­na­to sa­ran­no an­co­ra una vol­ta ostag­gio dei par­ti­ti. Spe­ci­fi­ca­ta­men­te, dei se­gre­ta­ri di partito.

Il Ro­sa­tel­lum bis è quin­di una gran fre­ga­tu­ra per tut­ti noi. Gli ita­lia­ni de­vo­no po­te­re sce­glie­re e sce­glie­re i pro­pri rap­pre­sen­tan­ti elet­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Uruguay

© PressReader. All rights reserved.