Ele­zio­ni co­mu­na­li 10 giu­gno 2018: ec­co do­ve e co­me si vo­ta

La Gente d'Italia - - DA PRIMA PAGINA -

Do­me­ni­ca 10 giu­gno 2018 si vo­te­rà in 765 co­mu­ni. So­no 20 i ca­po­luo­ghi di pro­vin­cia coin­vol­ti: Bre­scia e Son­drio in Lom­bar­dia; Tre­vi­so e Vi­cen­za in Ve­ne­to; Im­pe­ria in Li­gu­ria; Mas­sa, Pisa e Sie­na in To­sca­na; Te­ra­mo in Abruz­zo; An­co­na – uni­co ca­po­luo­go di Re­gio­ne – nel­le Mar­che; Ter­ni in Um­bria; Vi­ter­bo nel La­zio; Avel­li­no in Cam­pa­nia; Bar­let­ta e Brin­di­si in Pu­glia; Ca­ta­nia, Mes­si­na, Ra­gu­sa, Si­ra­cu­sa e Tra­pa­ni in Si­ci­lia. Si vo­te­rà per la pri­ma vol­ta in di­cias­set­te nuo­vi co­mu­ni isti­tui­ti nel 2018 me­dian­te pro­ces­si di fu­sio­ne am­mi­ni­stra­ti­va. Il co­mu­ne più pic­co­lo al­le ele­zio­ni è Ca­stel­ma­gno, in pro­vin­cia di Cu­neo, che con­ta so­lo 62 abi­tan­ti. Il co­mu­ne più gran­de è Ca­ta­nia con qua­si 300mi­la abi­tan­ti.

Per que­sta tor­na­ta di am­mi­ni­stra­ti­ve si vo­ta in un so­lo gior­no con seg­gi aper­ti dal­le 7 al­le 23 di do­me­ni­ca 10 giu­gno, men­tre l’even­tua­le bal­lot­tag­gio è pre­vi­sto per do­me­ni­ca 24 giu­gno. Si­ste­ma elet­to­ra­le. Si ap­pli­ca il mag­gio­ri­ta­rio a dop­pio tur­no per i co­mu­ni con una po­po­la­zio­ne che su­pe­ra i 15mi­la abi­tan­ti, men­tre in quel­li con po­po­la­zio­ne pa­ri o in­fe­rio­re a 15mi­la abi­tan­ti si vo­ta con il mag­gio­ri­ta­rio a tur­no uni­co.

Per sce­glie­re il sin­da­co nei co­mu­ni con più di 15mi­la abi­tan­ti ogni cit­ta­di­no avrà una so­la sche­da.

Ogni elet­to­re ha tre op­zio­ni: può bar­ra­re so­lo il sim­bo­lo di una li­sta, può trac­cia­re un se­gno so­lo sul no­me del can­di­da­to sin­da­co op­pu­re può bar­ra­re il sim­bo­lo di una li­sta e il no­me di un can­di­da­to sin­da­co non col­le­ga­to al­la li­sta vo­ta­ta, eser­ci­tan­do co­sì il co­sid­det­to vo­to di­sgiun­to.

Per i con­si­glie­ri, in­ve­ce, bi­so­gna sce­glie­re uno o due can­di­da­ti al con­si­glio co­mu­na­le tra quel­li pre­sen­ti nel­la li­sta vo­ta­ta e scri­ve­re il lo­ro no­me nel­le ri­ghe ac­can­to al sim­bo­lo del­la li­sta. So­no pos­si­bi­li uno o due vo­ti di pre­fe­ren­za. Se si scel­go­no due con­si­glie­ri, que­sti de­vo­no es­se­re di ses­so di­ver­so

Nei co­mu­ni con 15mi­la abi­tan­ti o me­no, a ogni can­di­da­to sin­da­co è le­ga­ta un’uni­ca li­sta e quin­di vo­tan­do un can­di­da­to si sce­glie an­che la li­sta di con­si­glie­ri a es­so col­le­ga­ta.

Nes­sun vo­to di­sgiun­to, dun­que. Nel­la scel­ta dei con­si­glie­ri co­mu­na­li, va se­gna­la­ta an­che la di­stin­zio­ne tra i co­mu­ni con me­no di 5mi­la abi­tan­ti, in cui si può espri­me­re la pre­fe­ren­za per un can­di­da­to al con­si­glio co­mu­na­le, scri­ven­do il co­gno­me nell’ap­po­si­ta ri­ga af­fian­ca­ta al sim­bo­lo del­la li­sta, e quel­li com­pre­si tra 5 e 15mi­la, do­ve si pos­so­no espri­me­re una o due pre­fe­ren­ze per i can­di­da­ti al con­si­glio co­mu­na­le.

Nel caso sia­no due, de­vo­no ri­guar­da­re can­di­da­ti di ses­so di­ver­so del­la stes­sa li­sta.

Newspapers in Italian

Newspapers from Uruguay

© PressReader. All rights reserved.