Gli e le

Adesso - - L’italiano Per Espresso -

E al­la mia mac­chi­na gli vo­glio be­ne / E a que­sta vi­ta io gli vo­glio be­ne E al­la mia ca­sa io gli vo­glio be­ne (…) / E a que­sta mac­chi­na gli vo­glio be­ne E a que­sta vi­ta io gli vo­glio be­ne / E al­la mia squa­dra io gli vo­glio be­ne

… can­ta Er­mal Me­ta in Io mi in­na­mo­ro an­co­ra. La can­zo­ne è bel­la, ma nel ri­tor­nel­lo un er­ro­re gram­ma­ti­ca­le ha col­pi­to le mie orec­chie di in­se­gnan­te d’ita­lia­no co­me un suo­no stri­den­te. È l’uso di gli al po­sto di le.

Per no­mi fem­mi­ni­li sin­go­la­ri il pro­no­me in­di­ret­to è le: A Li­sa vo­glio be­ne. Le vo­glio be­ne.

Per no­mi ma­schi­li sin­go­la­ri il pro­no­me in­di­ret­to è gli : A Pao­lo vo­glio be­ne. Gli vo­glio be­ne.

Per no­mi plu­ra­li il pro­no­me in­di­ret­to è gli: Ai non­ni vo­glio be­ne. Gli vo­glio be­ne.

Newspapers in Italian

Newspapers from Austria

© PressReader. All rights reserved.