ULDERICO PE­SCE

Adesso - - Viaggi -

Ulderico Pe­sce è un tea­tran­te e un can­ta­sto­rie lu­ca­no. Il suo pae­se di na­sci­ta è Ri­vel­lo, in pro­vin­cia di Po­ten­za, ma ogni anno tie­ne un seminario di for­ma­zio­ne tea­tra­le a Ma­te­ra, do­ve por­ta an­che i suoi spet­ta­co­li, co­me Ca­sa sen­za lu­ce, un pez­zo che rac­con­ta le sto­rie dei Sas­si e vie­ne mes­so in sce­na ogni esta­te a lu­glio.

Quan­do hai vi­si­ta­to per la pri­ma vol­ta Ma­te­ra?

Quan­do ero pic­co­lo, per­ché mio pa­pà era un sin­da­ca­li­sta del­la Fe­der­brac­cian­ti del­la Ba­si­li­ca­ta e i più ri­vo­lu­zio­na­ri si tro­va­va­no pro­prio nel Ma­te­ra­no. Ai tem­pi, i Sas­si era­no bu­chi sca­va­ti dai con­ta­di­ni nel tu­fo con gran­de gra­zia, ma al tem­po stes­so uti­li. Una sor­ta di un gran­de al­vea­re do­ve si vi­ve­va in mi­se­ria, ma si pro­du­ce­va mol­tis­si­mo. Cre­do che se le ter­re fos­se­ro sta­te di pro­prie­tà di quei con­ta­di­ni co­sì vir­tuo­si, quel­la sa­reb­be sta­ta una del­le cit­tà più ric­che al mon­do. In­ve­ce zap­pa­va­no la ter­ra dei pa­dro­ni. Un tem­po non ave­va­no por­te e ognu­no po­te­va en­tra­re nel bu­co dell’al­tro. Og­gi quei Sas­si han­no le por­te blin­da­te e le va­sche idro­mas­sag­gio

Newspapers in Italian

Newspapers from Austria

© PressReader. All rights reserved.