Adesso

La casa più bella del mondo

-

I meraviglio­si sentieri di Anacapri

Da Anacapri parte il sentiero di Passetiell­o, che si percorre in circa un paio d’ore ed è tutto in salita. Fra le fronde di querce e lecci si aprono all’improvviso scorci sui Faraglioni, su Marina Grande e Marina Piccola, sulla stessa Piazzetta. A un certo punto, ci s’imbatte nell’eremo di Santa Maria a Cetrella, una chiesetta del XV secolo in bilico sul mare, dove in una piccola cupola, aggiunta nel Seicento, si trova l’immagine di Maria adorata dai pescatori. Il profumo intensissi­mo delle fresie in primavera e una panchina sulla terrazza invitano a sedersi all’ombra di un pergolato di glicini. Il percorso prosegue fin sulla cima del monte, dove un rinomato caffè offre squisite granite al limone.

Il tramonto sul faro è invece il premio per chi percorre fino in fondo il sentiero dei Fortini, 5 chilometri a strapiombo su un mare color smeraldo, fra profumi di timo, rosmarino, l’azzurro intenso dell’erba perla e il blu violaceo dell’issopo, citiso giallo, valeriana rossa,

Capri ha creato molti piatti della cucina italiana semplici, ma gustosissi­mi: l’insalata caprese a base di mozzarella fiordilatt­e [Kuhmilch], pomodori, basilico e un pizzico di origano; i ravioli preparati senza uova e imbottiti con caciotta [halbfester Käse], Parmigiano e maggiorana [Majoran]; la [Ofengemüse] caprese a base di cipolle, carciofi [Artischock­en], patate novelle, zucchine, asparagi selvatici [wilder Spargel], pomodorini e fave sbucciate; i totani ripieni [gefüllte Tintenfisc­he] di tentacoli tagliati a pezzetti, fritti e tritati con caciotta e maggiorana, fagioli e scarola [wilder Lattich]. Pare che i viaggiator­i tedeschi andassero matti per la zuppa di cicerchie, un legume simile ai ceci [Kichererbs­en]. La gustavano però in una versione rivisitata dal pittore August Kopisch, che lavorava sull’isola come guida e grande conoscitor­e. La ricetta originale si prepara con aglio e pomodorini soffritti nell’olio, 300 grammi di cicerchie bollite e crostini di pane aggiunti alla fine. Il pittore, invece, aveva sostituito i pomodori con 100 grammi di salame napoletano, 100 grammi di ricotta, olio, latte, sale e pepe. La famosa e squisita torta caprese, senza farina, sembra essere invece un’invenzione di quest’isola cosmopolit­a.

cianfotta

 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Austria