Adesso : 2020-05-27

Viaggi : 17 : 17

Viaggi

VIAGGI orchidee ed anemoni. Il percorso si snoda sinuoso da Punta dell’Arcera, accanto alla Grotta Azzurra, lungo pareti rocciose che guardano il mare, e raggiunge Punta Carena, dall’altra parte dell’isola. Le tappe sono segnate da piccole fortificaz­ioni militari costruite nel Medioevo in punti strategici, per avvistare i terribili saraceni, e poi ricostruit­e nell’Ottocento dagli inglesi, dopo aver sottratto l’isola all’esercito francese. Il primo fortino che si incontra è quello di Orrico, sulla Punta del Miglio, il secondo, il fortino di Mesola, si trova sul promontori­o del Campetiell­o. Lungo la stradina, sulle rocce, decine di mattonelle di ceramica dipinte dal maestro ceramista Sergio Rubino raccontano la flora e la fauna di questo luogo bellissimo. Dal promontori­o del Campetiell­o un viottolo scende fino al mare, alla spiaggia delle Capre. Poi si attraversa su un ponte sospeso il rio della Rosola e, dopo aver superato spiaggette e tratti boscosi, si arriva al fortino di Pino. All’ora del crepuscolo si sprigionan­o i profumi del finocchiet­to marino, delle bacche di ginepro e della La cucina di Capri sinuoso il ponte sospeso gewunden , Hängebrück­e , la fortifica zione il crepuscolo Festungsan­lage Dämmerung , , il finocchiet­to marino avvistare sichten Meerfenche­l , , il promontori­o la mattonella la bacca Felsvorspr­ung Beere , , il ginepro Kachel Wacholder , , ADESSO 7/2020 17

© PressReader. All rights reserved.