Amica

BELLO e possibile

- Testo Alessandra de Pinto

L’entrata principale è in totale continuità con il negozio storico di via condotti, a roma. Ma basta girare L’ANGOLO per scoprirne il lato inaspettat­o: più GIOVANE, aperto e ospitale

LA MONUMENTAL­E facciata esterna incornicia­ta nel marmo verde, le entrate secondarie per sottrarsi agli sguardi indiscreti, i privée dedicati al lusso personaliz­zato, l’allure cosmopolit­a del jet set: nell’immaginari­o collettivo questo è Bulgari. Lo sarà sempre. Ma insieme al rispetto della tradizione la Maison romana nella sua lunga vita ha tenuto fede anche a un’altra regola: guardare avanti, pensare al futuro, innovare, rivoluzion­are e modernizza­re. Così è nato New Curiosity Shop, un progetto che ribalta la visione elegante, forse troppo statica, della gioielleri­a classica, offrendo un punto di vista alternativ­o sul mondo Bulgari. Si tratta di un negozio particolar­e, un luogo pensato per stuzzicare la curiosità e accendere il desiderio, bello ma non impossibil­e, concettual­mente aperto. Non il primo passo sulla via della democratiz­zazione - l’esclusivit­à del brand non si tocca, fa parte del suo Dna - piuttosto una marcia di avviciname­nto a tutti quelli che per eccessiva timidezza non hanno mai avuto il coraggio di varcare la mitica soglia di via Condotti (il lusso estremo può incutere molta soggezione). Se l’antesignan­o Old Curiosity Shop (il primo nome che Sotirio Bulgari aveva dato alla boutique rifacendos­i al titolo di un famoso romanzo di Charles Dickens) era stato creato nel 1905 per catturare i ricchi forestieri anglofoni di passaggio a Roma con il richiamo di gioielli, pezzi d’arte pescati ovunque e piccoli oggetti da collezione, la versione aggiornata in New Curiosity si rivolge a una clientela giovane e internazio­nale per spingerla a scoprire qualcosa di più della grande magia Bulgari.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy