CARS

L’EL­E­GANZA DELLE SU­PER­CAR THE EL­E­GANCE OF SU­PER­CARS

Avion Luxury International Airport Magazine - - CONTENTS - di/ by Alex D’Agosta

Nel pianeta sem­pre più lon­tano del su­per­lusso a quattro ruote, il 2018 si è carat­ter­iz­zato di mod­elli es­tremi che stanno facendo par­lare di loro per­ché sem­pre più sor­pren­denti nel costo e nei det­tagli che con­tano, an­che se in al­cuni as­petti sem­brano quasi es­sere sfug­giti di mano nella ricerca dell’ec­cesso di forme quasi “spaziali” e prestazioni al­tret­tanto in­cred­i­bili per es­sere “ter­rene”. Re dell’esager­azione è an­cora una volta Bu­gatti, con la Divo: nomen omen, di­reb­bero i la­tini, an­che se dalla casa madre non era in­teso come agget­tivo ital­iano. Uf­fi­cial­mente deriva dal cog­nome di un pi­lota che vinse due volte la targa Flo­rio in Bu­gatti negli anni ‘30. Però la Divo è “tale” nel mer­cato so­prat­tutto per la scheda tec­nica e la richi­esta eco­nom­ica. Pro­posta a solo 40 fa­colto­sis­simi collezion­isti, con questa edi­zione si è vo­luto seg­nare il record di prezzo più alto di sem­pre: 5 mil­ioni e 1.500 cav­alli da spre­mere “solo” fino a 380 all’ora, quando fino all’ul­tima volta i suoi mod­elli er­ano sem­pre lim­i­tati a 400! Ma va bene così, per­ché nel frat­tempo sono state miglio­rate le doti di­namiche: si pos­sono af­frontare curve fino a 1.6G. C’è da scom­met­tere che un propul­sore del genere rag­giunga l’obi­et­tivo di en­trare nell’an­ima a pre­scindere da tutto quello che si trovi at­torno al guida­tore, es­sen­zial­mente in car­bo­nio, pelle ed al­can­tara. Pochi tut­tavia i chili in meno (35) per gius­ti­fi­care il gap con la Ch­i­ron, ma guardando la doc­u­men­tazione

Tempo di record as­so­luti per i nomi di nic­chia delle su­per­car eu­ropee, che alzano con­tin­u­a­mente l’as­ti­cella a suon di prezzi e dotazioni da ca­pogiro, non senza un tocco di clas­sic­ità Record times for the niche names among Eu­ro­pean su­per­cars, which are con­tin­u­ously rais­ing the bar in terms of price and out­stand­ing fea­tures, all with a touch of class

uf­fi­ciale la casa madre fa leva su al­tri as­petti: 8 sec­ondi in meno nell’anello di Nardò (12,6 km) sono più di 800 metri di dis­tacco su un giro. Il bello sta nelle miglio­rate doti di agilità e tenuta, che derivano da un au­mento di down­force di 90 chili, mer­ito so­prat­tutto di un più cu­rato stu­dio aero­d­i­nam­ico dello spoiler an­te­ri­ore, che allo stesso tempo garan­tisce an­che un miglior raf­fred­da­mento al mostru­oso sedici cilin­dri. Ma es­clu­siv­ità non equiv­ale solo a esager­azione. C’è qual­cosa di straor­di­nar­i­a­mente sexy an­che nella ricerca della clas­sic­ità in chi­ave mod­erna. Non solo per­ché met­tere le mani su un pro­getto vin­tage è una moda, ma pro­prio per­ché tirar fuori degli stilemi grafici se­polti da gal­lerie del vento e nor­ma­tive re­strit­tive su luci e dotazioni di si­curezza fa an­cora pi­acere agli amanti degli anni più emer­genti dell’au­to­mo­bil­ismo. Per questa ra­gione si può ri­manere tremen­da­mente rapiti dalle opere della David Brown Au­to­mo­tive, una “sar­to­ria” au­to­mo­bilis­tica in­glese di re­cente cos­ti­tuzione che punta sul “re­mas­ter­ing” di al­cuni grandi clas­sici, cul­mi­nando con la Speed­back Sil­ver­stone Edi­tion. La pic­cola casa costru­ita su un vec­chio sed­ime

della Raf, pro­prio di fronte all’au­to­dromo nazionale, cel­e­bra con questo mod­ello lim­i­tato a soli 10 es­em­plari un an­niver­sario im­por­tante per David Brown: per chi non lo ri­cor­dasse, egli fu l’uomo del ri­lan­cio di As­ton Martin e di Lagonda nell’im­me­di­ato do­poguerra. Un nome icon­ico nella sto­ria dell’au­to­mo­bil­ismo così lo sono i richi­ami a mod­elli storici di As­ton Martin e di al­tre gran turismo del pas­sato. Questa edi­zione così spe­ciale da 700.000 euro of­fre oltre 80 cav­alli in più rispetto alla GT da cui deriva, quindi sale a quota 601 con un propul­sore da 5 litri e 8 cilin­dri, ma so­prat­tutto si fa ap­prez­zare per l’alto liv­ello di par­ti­co­lari da vera “be­spoke”. Oltre ai loghi com­mem­o­ra­tivi e ai bat­ti­tacco per­son­al­iz­zati, la Sil­ver­stone Edi­tion è rifinita con pel­lami pre­giati ad es­em­pio nei sedili, che mostrano cuci­ture e scol­pi­ture di raro ap­paga­mento vi­sivo. La lista con­tinua con Al­can­tara, un pre­giato tes­suto danese Kvadrat, in­serti di legno e met­allo rifinito a mano, men­tre l'in­fo­tain­ment in­clude l'impianto au­dio Bow­ers & Wilkins. Ester­na­mente, la ce­ram­ica in­torno a un maxi led chi­ude un frontale migliore di quanto visto ai tempi di James Bond. Ci­tando Fran­cia e Inghilterra in questo seg­mento, non si poteva ri­n­un­ciare a un brand es­clu­sivis­simo come l’ital­iana Pa­gani, che nel 2018 con­tinua a im­porsi nel mondo e cel­e­bra il suo suc­cesso con un nuovo show­room a Bev­erly Hills e una spe­ciale edi­zione per­son­al­iz­zata della Huayra Road­ster, re­al­iz­zata con at­ten­zione alle es­i­genze degli amer­i­cani in 100 mer­av­igliosi es­em­plari da quasi 2,3 mil­ioni cadauno, tutti già ven­duti.

Huayra Road­ster è un es­em­pio del più alto liv­ello di per­son­al­iz­zazione dell'Ate­lier Mo­de­nese Pa­gani. Pa­gani el­eva la sua part­ner­ship an­che con Air­bus Cor­po­rate Jets (ACJ), mostrando per la prima volta il mod­ello in scala dell'ACJ319­neo con la Cabina In­finito. The highly cus­tomised Huayra Road­ster by Pa­gani is an ex­am­ple of the high­est level of per­son­al­i­sa­tion by the Mo­de­nese Ate­lier. Pa­gani el­e­vat­ing it’s part­ner­ship also with Air­bus Cor­po­rate Jets (ACJ), show­cas­ing for the first time the scale model of the ACJ319­neo fea­tur­ing the In­finito Cabin.

In aper­tura e in queste pagine. Il nuovo mod­ello "Speed­back Sil­ver­stone Edi­tion" di David Brown Au­to­mo­tive, un Grand Tourer lim­i­tato (solo 10 vet­ture) e ad alte prestazioni. Vanta oltre 600 cav­alli di potenza con un ar­ti­gianato bri­tan­nico su misura. Ispi­rato alle vet­ture GT da corsa degli anni '50 e '60, il mod­ello prende spunto dal pat­ri­mo­nio aero­nau­tico e mo­toris­tico di David Brown Au­to­mo­tive. Open­ing and on this pages. The new model "Speed­back Sil­ver­stone Edi­tion" by David Brown Au­to­mo­tive, a lim­ited-run (only 10 cars) and with high-per­for­mance Grand Tourer. It boast over 600 horse­power and with the be­spoke Bri­tish crafts­man­ship. In­spired by 1950s and ‘60s rac­ing GT cars, the model takes hints from the aero­nau­ti­cal and mo­tor­sport her­itage of David Brown Au­to­mo­tive.

Newspapers in English

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.