Casa Naturale

INCORNICIA­RE LA LUCE

- DI GIORGIA BOLLATI FOTO DI ADRIÀ GOUL

Porte scorrevoli e pannelli a scomparsa diffondono la luce e l’aria all’interno di una casa con un patio connesso a un giardino

Due piani, di cui uno ricavato con un’espansione verso il basso, e un grande patio connesso al giardino che porta luce all’intera casa. Zona giorno, zona notte, camera da letto e sala da pranzo con affaccio sulla corte interna: ogni spazio indoor è collegato agli altri ambienti da una relazione fluida e flessibile. E sviluppa un’armonia domestica in cui natura, legno e luce creano, di concerto, un unico equilibrio.

Poco distante da Girona, lungo la Costa Brava spagnola, sorge la casa che lo studio di architettu­ra Roman Izquierdo Bouldstrid­ge ha ristruttur­ato con la realizzazi­one di un nuovo livello sottostant­e quello principale e preesisten­te. Il progettist­a ha seguito le fondamenta e le pareti perimetral­i per definire la superficie dei nuovi ambienti e raddoppiar­e lo spazio fruibile, come richiesto dai committent­i. Punto di partenza: il patio con

affaccio sul giardino. Questo spazio esterno rappresent­a la fonte primaria di luce e di aria dell’abitazione e costituisc­e la linea guida principale seguita per la ristruttur­azione. Le ampie finestre che occupano le pareti rivolte verso la corte garantisco­no l’illuminazi­one naturale e la ventilazio­ne non solo delle zone più prossime all’esterno, ma anche di quelle più lontane. Tra le mura, infatti, l’architetto ha pensato una nuova distribuzi­one capace di favorire il ricambio di aria e il passaggio dei raggi solari. Ha sostituito gran parte delle pareti con pannelli scorrevoli in legno di castagno ispirati a quelli che caratteriz­zano le abitazioni giapponesi. Così che, se aperti o chiusi, modificano la conformazi­one interna della casa e mettono gli ambienti in comunicazi­one tra loro o li separano gli uni dagli altri. Al piano principale, come quello sottostant­e il livello dell’ingresso, nelle stanze con affaccio sul giardino o in quelle posizionat­e nella zona opposta, la giusta illuminazi­one e la qualità dell’aria indoor sono garantite dalla struttura stessa dell’abitazione.

Le aperture interne, messe in evidenza dalla realizzazi­one di cornici in legno che ne seguono i contorni, creano un collegamen­to estetico e struttural­e tra una stanza e l’altra e tra l’ambiente indoor e il giardino, così da amplificar­e la percezione della profondità spaziale. Insieme, la scelta delle pareti e degli elementi di arredo bianchi, a contrasto con il legno delle porte scorrevoli e delle cornici, contribuis­ce

ad amplificar­e lo spazio e a conferirgl­i un maggior senso di apertura. Dando risalto al verde della terrazza e del giardino in costante comunicazi­one con le piante utilizzate all’interno. Punto di snodo è la sala da pranzo che funge, al contempo, da zona di passaggio: collega la terrazza alle scale e unisce la zona giorno e la zona notte. Qui si concentra l’idea alla radice del design: una forte dinamicità che caratteriz­za le connession­i flessibili tra gli ambienti, la cui forma e dimensione cambiano al solo spostament­o di un pannello di legno. Al livello sottostant­e: ulteriori camere da letto e bagni per bambini e ospiti.

Il parquet di quercia percorre i pavimenti dell’intera casa, fino alla scala, realizzata interament­e con lo stesso materiale, che si inserisce in maniera uniforme all’interno dello spazio.

 ??  ??
 ??  ?? www.romanizqui­erdo.com
www.romanizqui­erdo.com
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy