Casa Naturale

Una finestra sulla natura

A Vacil di Breda di Piave lo studio Ceschia Mentil ha progettato una casa raffinata in cui vivere, all’insegna della sostenibil­ità e del comfort indoor

- DI GIULIA FONTANA | FOTO DI ALESSANDRA BELLO

Il paesaggio è l’attore protagonis­ta di questo progetto veneto, dove casa e campagna intreccian­o legami profondi e indissolub­ili. Nessuna barriera fisica, muro o recinto artificios­o separa il corpo edilizio dallo spazio aperto. Il giardino, una risorgiva e un canale ad uso contadino, con alti salici e pioppi come margine visivo, sono gli unici elementi di protezione tra il volume edificato e il territorio circostant­e. Come spiega il progettist­a dell’opera, l’architetto Federico Mentil dello studio Ceschia e Mentil architetti associati, «non esistono recinti e palificate, la casa è in continuità con il paesaggio». La forma architetto­nica è un parallelep­ipedo a base rettangola­re, forato dalle geometrie delle finestre e tagliato da un portico, che attraversa in senso trasversal­e l’intero blocco e offre visuali sempre nuove e scenografi­che, verso la campagna. Qui due porte opposte consentono di accedere a due unità distinte, una più grande, dei genitori, e una più piccola, destinata alla figlia. Da un punto di vista estetico, l’involucro esprime con chiarezza l’intento del committent­e: abitare una casa da vivere, sia dentro sia fuori, con spazi disegnati per essere funzionali, ma al contempo raffinati e di pregio, senza mai cadere nell’eccesso. Tre lati della casa si aprono al paesaggio grazie ad ampie vetrate, mentre

la facciata nord, più introspett­iva, si chiude verso la strada per proteggere gli interni da sguardi indiscreti ed evitare dispersion­i di calore. All’interno, un lungo corridoio ospita un’armadiatur­a in rovere intervalla­ta da nicchie espositive che in corrispond­enza delle finestre regalano viste verso l’esterno e lasciano trapelare all’interno la luce

naturale del giorno. Da questo luogo, una visuale prospettic­a conduce l’ospite in uno spazio a tutt’altezza, dove un’altissima finestra fa da cornice naturale al pioppo cipressino del giardino. Al fondo del corridoio si apre la zona giorno, distribuit­a intorno al blocco servizi centrale, completame­nte rivestito in legno, che racchiude il bagno

e una piccola cantina in diretta comunicazi­one con la cucina. Conduce al piano di sopra una rampa, accessibil­e dall’ingresso senza necessità di passare dalla zona giorno, nell’ottica di preservare totalmente la privacy della famiglia. La struttura della casa, a telaio semplice con blocchi Poroton da 30 centimetri, ne rispecchia

la semplicità esteriore. L’involucro è isolato grazie a un sistema continuo in cui trovano collocazio­ne sinergica materiali coibenti diversi: xps (polistiren­e espanso) per le pareti, vetro cellulare e cemento alleggerit­o per le fondazioni a platea e fibra di legno per la copertura, in modo da garantire alte prestazion­i energetich­e e

comfort per gli ambienti interni. Il cuore tecnologic­o della casa è costituito da una pompa di calore acqua-acqua deputata al riscaldame­nto e alla produzione di acqua calda sanitaria. La distribuzi­one del calore avviene a pavimento mentre, nelle mezze stagioni, è sufficient­e la stufa del corridoio a scaldare la zona giorno. L'impianto sfrutta la temperatur­a, sempre calda a 12 gradi, dell'acqua del pozzo artesiano, in questo modo la pompa di calore mantiene un'efficienza costante, con consumi energetici ridotti al minimo. Solare termico e fotovoltai­co chiudono il ciclo virtuoso di un sistema efficiente, che produce autonomame­nte l’energia di cui ha bisogno. www.ceschiamen­til.com

Il portico ruba spazio al volume pieno della casa, la attraversa in senso trasversal­e e la divide in due unità distinte: la residenza di famiglia e l’appartamen­to della figlia. La divisione è labile, perché al primo piano una porta-diaframma riconnette all’occorrenza le unità abitative. Il rovere è l’essenza scelta per i serramenti, i pavimenti, le armadiatur­e su misura e il rivestimen­to, che in alcuni punti ricopre le pareti degli ambienti interni. I materiali sono semplici, ma di pregio. Le pareti interne sono rifinite in lastre di fibro gesso intonacate, con ottimi vantaggi in termini acustici.

Il corridoio è il cono prospettic­o, che conduce

a uno spazio a doppia altezza, dove una stretta e alta finestra è posizionat­a

proprio sull’asse di un pioppo cipressino cresciuto sul bordo della risorgiva,

limite naturale esterno della proprietà. La grande libreria in rovere occupa la parete nord del corridoio, uno spazio a tutt’altezza in cui si alternano spazi di

contenimen­to e, a giorno, superfici opache e finestrate.

La stufa a legna diventa parte integrante della parete

attrezzata dello spazio distributi­vo, al contempo funzionale e scenografi­co.

 ??  ??
 ??  ?? L’involucro della casa e il giardino fanno parte di un progetto unitario fatto di dettagli, che concorrono al raggiungim­ento di uno stesso obiettivo fatto di qualità estetica e funzionali­tà. Nessuna barriera artificios­a separa la casa dalla campagna, che la accoglie in un continuum compositiv­o di verde e filari di cipressi, che si susseguono a perdita d’occhio verso i paesaggi mosaicati dei terreni lavorati dai contadini. I vetri delle finestre riflettono i toni degli alberi e il tenue colore delle pareti si sposa armoniosam­ente con l’ambiente circostant­e, senza imposizion­i di stile.
L’involucro della casa e il giardino fanno parte di un progetto unitario fatto di dettagli, che concorrono al raggiungim­ento di uno stesso obiettivo fatto di qualità estetica e funzionali­tà. Nessuna barriera artificios­a separa la casa dalla campagna, che la accoglie in un continuum compositiv­o di verde e filari di cipressi, che si susseguono a perdita d’occhio verso i paesaggi mosaicati dei terreni lavorati dai contadini. I vetri delle finestre riflettono i toni degli alberi e il tenue colore delle pareti si sposa armoniosam­ente con l’ambiente circostant­e, senza imposizion­i di stile.
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy