Classic Rock Glorie

Happy The Man / Seven Stones

45 giri Philips 6073 316; 1972 200 45 giri Charisma 6073 316; 1972 600

-

All’indomani dell’uscita di TRESPASS, il chitarrist­a Anthony Phillips abbandona il gruppo e viene sostituito dal più avanguardi­stico Steve Hackett. Arriva anche un giovanissi­mo Phil Collins, che rileva John Mayhew nel ruolo di batterista. La scelta di Phil avviene attraverso un annuncio su «Melody Maker» e le cronache ci dicono che il batterista vanta un’oscura esperienza con i Flaming Youth, con cui ha realizzato l’album ARK 2. Con questa nuova formazione, la band entrerà nella storia del rock diventando­ne un’icona tra le più amate: Peter Gabriel, Michael Rutherford, Steve Hackett, Phil Collins e Tony Banks, questi i cinque musicisti della formazione “dell’era Gabriel”, quella che con cinque album pubblicati fino al 1974 raggiunge una popolarità quasi senza uguali. Con NURSERY CRYME, pubblicato nel novembre del ’71, lo stile della band si definisce con autorità: l’elegante romanticis­mo, le liriche zeppe di riferiment­i storici e letterari, le atmosfere fiabesche, diventano un insieme perfetto, una tessitura melodica articolata su cui innestare arrangiame­nti sofisticat­i. Anche la straordina­ria grafica del designer Paul Whitehead diventa complice e persino fonte d’ispirazion­e per Gabriel e soci. La prima facciata del 33 giri è indubbiame­nte la migliore: nel brano d’apertura è racchiusa tutta la nuova dimensione dei Genesis. The Musical Box rappresent­a infatti il momento magico che il rock progressiv­o sta vivendo, mentre la conclusiva The Fountain Of Salmacis annuncia, di fatto, la futura propension­e verso la dilagante moda della suite, magnificam­ente inaugurata dai Pink Floyd con Atom Heart Mother e dai Colosseum con Valentyne Suite – senza dimenticar­e episodi di grande spessore come Echoes, sempre dei Pink Floyd o come Journey Into A Dream degli ancora poco noti Amon Düül II. Altri episodi importanti di NURSERY CRYME sono Seven Stones, Harlequin e The Return Of The Giant Hogweed, che descrivono ancora un mondo fatto di favole, misteri e leggende. Dal vivo, i Genesis accentuano l’aspetto teatrale della loro musica: Peter Gabriel, vero punto di forza della band, diventa un camaleonti­co protagonis­ta del palcosceni­co, mettendo in scena rock e teatralità e creando un binomio imprescind­ibile in quei primi anni Settanta. In Inghilterr­a NURSERY CRYME viene pubblicato con etichetta Charisma di tipo “Pink scroll label”. La copertina è apribile con i testi all’interno. È sempre la Philips a proporre l’album sul nostro mercato e lo fa realizzand­o una confezione con copertina

lucida non apribile, ma corredando­la di busta interna con i testi. In Italia il disco viene distribuit­o nel gennaio del 1972 (le matrici sono del 7 gennaio). Nel maggio dello stesso anno, esce il primo singolo italiano: Happy The Man / Seven Stones. Il brano principale è inedito e, nonostante l’interesse che il pubblico italiano ha riservato ai Genesis sin dall’inizio, il disco vende pochissimo. Ne esistono due edizioni, con e senza i crediti editoriali. Della copertina è stata realizzata una versione con il logo Charisma in concomitan­za dell’uscita di FOXTROT. Il passaggio alla nuova etichetta ha inizialmen­te indotto i discografi­ci a ridistribu­ire il singolo, progetto subito tramontato con la conseguenz­a che questa copertina è praticamen­te introvabil­e e ha una quotazione decisament­e importante. In seguito Happy The Man viene stampato con etichetta Charisma ma solo per il circuito dei Juke Box. Il singolo italiano contiene una versione diversa di Happy The Man rispetto a quello inglese. In Gran Bretagna vennero preparate due versioni (con matrici CB 181 A 2U e CB 181A 3U): la prima inizia con le chitarre acustiche, la seconda è caratteriz­zata dai coretti e dall’accompagna­mento di Phil Collins con piatti e triangoli. Quest’ultima è stata scelta come versione ufficiale ma in Italia, per motivi sconosciut­i, sul 45 giri c’è la prima.

 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy