Classic Rock (Italy)

NOTE DI STILE

MARK KNOPFLER

-

Quando tutti gridano, chi parla a bassa voce rischia di farsi notare di più. Succede così a Mark Knopfler e alla sua Stratocast­er, che alla fine degli anni 70 sono una mosca bianca in uno scenario caratteriz­zato da esagerazio­ni chitarrist­iche: da una parte c’è il punk che spara gli amplificat­ori e le distorsion­i al massimo, dall’altra Van Halen fa esplodere il virtuosism­o nell’heavy metal. Knopfler si muove nella direzione opposta: con testi raffinati e una vocalità che richiama Dylan, confeziona un rock gentile che offre centralità assoluta alla chitarra. E la sua chitarra snobba tanto la rabbia del punk che le iperboli del metal grazie a un approccio regale e cristallin­o, che s’ispira a JJ Cale e Clapton, scostandos­i dall’irruenza della tradizione nera del blues.

Il suono è pulito, rotondo, perché del plettro Knopfler non sa che farsene e pizzica le corde con le dita, con una tecnica fingerstyl­e personale che strappa alle note un timbro nitido e dolce. GR

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy