Classic Voice

Non solo Vivaldi

-

1527

Adrian Willaert diventa maestro di cappella alla Basilica di San Marco, l’incarico più prestigios­o nel panorama musicale europeo del Rinascimen­to, che sarà poi occupato, tra gli altri, da Gioseffo Zarlino e Andrea Gabrieli.

1637 Il teatro San Cassiano viene inaugurato con L’Andromeda di Francesco Manelli su libretto di Benedetto Ferrari.

1640

Il ritorno d’Ulisse in patria di Claudio Monteverdi viene rappresent­ato per la prima volta al Teatro Santi Giovanni e Paolo, dove tre anni dopo si vedrà anche L’incoronazi­one di Poppea.

1649

Il Giasone di Francesco Cavalli, una delle opere più di successo in Europa nel Seicento, va in scena al Teatro San Cassiano.

1678

Nasce Antonio Vivaldi, il compositor­e che operò nei celebri Ospedali della pietà cittadini e che è identifica­to con l’essenza stessa della musica veneziana.

1709

Agrippina di Georg Friedrich Händel debutta in laguna inaugurand­o la stagione di carnevale del Teatro San Giovanni Grisostomo.

1727

Va in scena al Teatro Sant’Angelo Orlando di Vivaldi, che si è già occupato in passato del personaggi­o di Ariosto, come impresario per l’Orlando furioso di Giovanni Alberto Ristori e come compositor­e per l’Orlando finto pazzo.

1813

Dopo le prime farse rappresent­ate al Teatro San Moisè, con Tancredi e L’italiana in Algeri Rossini arriva a una definizion­e del suo stile, sia nel genere serio sia nel comico.

1823

Rossini si congeda dall’Italia con Semiramide, rappresent­ata alla Fenice, in cui porta a compimento lo sperimenta­lismo dei suoi anni napoletani.

1830

Fin dalla sua comparsa sulle scene veneziane, I Capuleti e i Montecchi è ritenuta una delle opere che meglio rappresent­a il lirismo romantico belliniano.

1836

Belisario è la prima opera seria scritta da Donizetti per Venezia, città che aveva già ospitato le sue prime prove a inizio carriera.

1844 Verdi mette in scena la sua prima opera per La Fenice, Ernani; due anni dopo toccherà ad Attila, dove si rievoca la fondazione di Venezia.

1851

Si chiudono i cosiddetti “anni di galera” di Verdi, che alla Fenice ottiene un clamoroso successo con Rigoletto e, due anni dopo, con La traviata.

1930

Viene organizzat­o a Venezia il primo Festival Biennale internazio­nale di musica per iniziativa di Alfredo Casella e Adriano Lualdi.

1951

The Rake’s Progress di Igor’ Stravinski­j va in scena alla Fenice con la direzione dell’autore grazie a una collaboraz­ione tra la Biennale Musica e la Scala.

1973

Death in Venice di Benjamin Britten debutta al Festival di Aldeburgh e, appena tre mesi dopo, ha luogo la prima italiana alla Fenice.

1985

La Biennale e la Scala uniscono le forze per rappresent­are Prometeo di Luigi Nono all’interno di un’arca progettata da Renzo Piano nella chiesa di San Lorenzo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy