Classic Voice

Romeo & Teodor

Centenario prolungato per il Festival di Salisburgo, che punta sul nuovo “Don Giovanni”. Il Novecento di Nono e Feldman accanto a Handel. E Muti debutta nella Missa Solemnis

-

Il Festival di Salisburgo - l’ultimo con Helga Rabl-Stadler nei panni di presidente - prosegue i festeggiam­enti per il centenario avviati nella scorsa edizione. Tra le nuove produzioni, grande attesa per Don Giovanni diretto da Teodor Currentzis con la regia di Romeo Castellucc­i

(nel ruolo del titolo Davide Luciano, Leporello è Vito Priante, Federica Lombardi Donna Elvira e Michael Spyres Don Ottavio). L’artista belga Jan Lauwers si cimenta invece con Intolleran­za 1960 di Luigi Nono, diretto da uno specialist­a del Novecento come Ingo Metzmacher, Arricchisc­e l’offerta Neither di Morton Feldman, su libretto di Beckett, e La Damnation de Faust di Berlioz con Charles Castronovo, Elina Garanca e Ildar Abdrazakov (sul podio Alain Altinoglu) ambedue in forma di concerto.Vengono riproposte anche due produzioni del 2020: Elektra diretta da Franz Welser-Möst (regia di Krzysztof Warlikowsk­i) e Così fan tutte con Joana Mallwitz sul podio e regia di Christof Loy. Dal Festival di Pasqua 2018 proviene la discussa edizione di Tosca messa in scena da Michael Sturminger (Anna Netrebko, Yusif Eyvazov e Ludovic Tézier, guidati da Marco Armiliato). E come da tradizione, ecco un titolo dalla sezione di Pentecoste: Il trionfo del Tempo e del Disinganno allestito da Robert Carsen con la partecipaz­ione di Cecilia Bartoli. E dal 13 al 16 agosto Riccardo Muti debutta nella Missa Solemnis di Beethoven.

Salzburger Festspiele

Salisburgo, dal 17 luglio al 31 agosto

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy