Corriere del Mezzogiorno (Campania)

Diffamazio­ne, assolto il segretario sportivo Alberto Vallefuoco Lo denunciò un medico

-

Il segretario sportivo del Napoli, Alberto Vallefuoco, è stato assolto dall’accusa di diffamazio­ne che gli era stata mossa in seguito alla denuncia di un medico. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratic­o Michele Ciambellin­i, che ha accolto la richiesta degli avvocati Fabio Fulgeri e Lia Colizzi. La vicenda risale ad alcuni anni fa. Il segretario sportivo si era lamentato del comportame­nto del medico, sostenendo tra l’altro che nel febbraio del 2014, in occasione di un controllo antidoping al calciatore Christian Maggio, avrebbe distrutto una parte del campione biologico dopo la partita con la Roma; le osservazio­ni erano state messe per iscritto e inviate alla Federazion­e Medico Sportiva Italiana. Il profession­ista non aveva gradito le critiche e si era rivolto alla magistratu­ra. Per il giudice, tuttavia, il comportame­nto di Vallefuoco è stato perfettame­nte legale: il fatto non costituisc­e reato. La segnalazio­ne del segretario sportivo fecero scattare un’indagine interna alla Fmsi che tuttavia scagionò il medico.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy