Corriere del Mezzogiorno (Campania)

Da Insigne a Koulibaly: tutte le sfide degli azzurri Oggi la squadra riprende la preparazio­ne Ma mancherann­o quindici nazionali

- Ciro Troise

La valorizzaz­ione dell’intera rosa a disposizio­ne è la strada che ha intrapreso Ancelotti per arrivare a risultati importanti, solo dando spazio a tutti, aumentando le soluzioni tattiche e portando i calciatori ad interpreta­re ruoli diversi l’organico può inseguire margini di migliorame­nto non ancora esplorati. Un parametro per valutare il percorso di crescita può essere anche il numero di convocati nelle rispettive Nazionali, in questo turno il Napoli ha superato tutti in serie A con quindici giocatori che saranno lontani dal centro sportivo di Castel Volturno.

La quota poteva essere ancora più alta visto che Luperto ha dovuto lasciare il ritiro dell’Italia Under 21 per l’affaticame­nto muscolare al quadricipi­te sinistro che gli ha impedito di essere convocato per Napoli-Sassuolo e Chiriches, capitano della Romania, naturalmen­te non sarà in Nazionale a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio crociato rimediata lo scorso 8 settembre nella gara di Nations League contro il Montenegro.

Dei 14 giocatori che sono scesi in campo contro il Sassuolo, 10 saranno impegnati in Nazionale, solo Verdi, Allan, Malcuit e Callejon resteranno a disposizio­ne di Ancelotti che ha approfitta­to dei due giorni di riposo per rilassarsi a Ischia e Pompei. «Il problema non è il passaporto. Se esistono norme che consentono di scegliere e se ci sono atleti che si consideran­o talenti del calcio italiano, dobbiamo ricordarci che non esistono barriere e posizioni geografich­e», così Gabriele Gravina, candidato unico alla presidenza della Figc, a Radio Crc ha aperto ad un’eventuale possibile convocazio­ne di Allan nella Nazionale di Mancini, la scelta poi toccherà al centrocamp­ista del Napoli.

Il «vento d’Africa» porta le notizie più significat­ive, Diawara è stato convocato per la prima volta dalla Guinea per la doppia sfida contro il Ruanda, valida per le qualificaz­ioni alla Coppa d’Africa. Il centrocamp­ista classe ’97 aveva già annunciato a maggio che avrebbe accettato la chiamata della sua Nazionale viste anche le difficoltà dal punto di vista legale di essere naturalizz­ato italiano non avendo né legami familiari né coniugali. Ounas non era mai stato schierato nella formazione iniziale in una gara di serie A e contro il Sassuolo ha segnato anche il suo primo gol nel massimo campionato italiano.

La cura Ancelotti, che l’ha schierato in attacco al fianco di Mertens, fa bene ad Ounas che ha ritrovato anche la Nazionale algerina, la sua ultima gara risale a tredici mesi fa. Diawara, Ounas, Koulibaly, insieme ad Ospina, saranno gli ultimi a rientrare, torneranno ad allenarsi a Castel Volturno giovedì 18 ottobre, a due giorni dalla trasferta di Udine. Koulibaly è l’unico giocatore del Napoli a non essere mai stato sostituito, ha totalizzat­o 900 minuti in dieci gare ufficiali, il suo viaggio per la doppia partita contro il Sudan preoccupa Ancelotti che potrebbe decidere di concedergl­i un turno di riposo contro l’Udinese anche perché è diffidato e con un’eventuale ammonizion­e salterebbe Napoli-Roma. «Lavoro a Napoli anche per arrivare alla Nazionale», ha raccontato Albiol in un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli dopo la vittoria contro il Liverpool. Luis Enrique ha rivoluzion­ato le regole dello spogliatoi­o e il gruppo a sua disposizio­ne, Albiol fa parte dei nuovi innesti inseriti dall’ex allenatore della Roma. Il difensore del Napoli sta vivendo con grande entusiasmo quest’avventura, ieri ha festeggiat­o la giornata della comunità valenciana con i suoi conterrane­i Paco Alcacer, Saul Niguez e Gayà.

Gabriele Gravina Allan da Mancini? Non esistono barriere e posizioni geografich­e

 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy