LA QUE­STIO­NE MERIDIONALE DELL’AMORE

Corriere del Mezzogiorno (Campania) - - CULTURA & TEMPO LIBERO - di Mi­rel­la Ar­mie­ro

Èu­na pen­na bril­lan­te quel­la di Ester Vio­la e il suo ra­gio­na­re d’amore al tem­po dei so­cial è con­di­to da cau­sti­che per­le di sag­gez­za e umo­ri­smo ama­ro. Ep­pu­re leg­ge­re Gli spa­ia­ti (ap­pe­na pub­bli­ca­to da Ei­nau­di), do­po il suo pri­mo ro­man­zo L’amore è eter­no fin­ché du­ra,è co­me ve­de­re «Brid­get Jo­nes ba­by», ter­zo film del­la se­rie sul­la tren­ten­ne lon­di­ne­se un po’ im­bra­na­ta che cer­ca il ve­ro amore. Se co­no­sci le pri­me due pel­li­co­le di cer­to ami i per­so­nag­gi, ap­prez­zi l’am­bien­ta­zio­ne, sai che la sce­neg­gia­tu­ra è ben scrit­ta e che la tra­ma ti strap­pe­rà più di una ri­sa­ta. Ma il se­quel è sot­to­po­sto al­la du­ra leg­ge del­le aspet­ta­ti­ve trop­po al­te. Qua­si sem­pre è de­sti­na­to a de­lu­de­re. Co­sì, al ci­ne­ma, ti toc­ca una Re­nèe Zell­weg­ger che ha esa­ge­ra­to con i ri­toc­chi este­ti­ci e ap­pa­re ine­vi­ta­bil­men­te una ra­gaz­za in­vec­chia­ta. Un po’ quel­lo che suc­ce­de a Oli­via Mar­ni, l’av­vo­ca­to che nel pri­mo ro­man­zo di Ester Vio­la cer­ca­va e tro­va­va l’uo­mo del­la sua vi­ta, tra mil­le pe­ri­pe­zie e re­la­zio­ni al­ta­le­nan­ti. Sta­vol­ta con quell’uo­mo (era l’ex di una sua ami­ca, poi spo­sa Car­la, da cui vie­ne la­scia­to, e in­fi­ne s’in­na­mo­ra di Oli­via) va a vi­ve­re e a la­vo­ra­re a Mi­la­no. Qui per la pri­ma vol­ta la ra­gaz­za si ri­tro­va a fa­re i con­ti con una vi­ta non da «spa­ia­ta», ap­pun­to. Una vi­ta di cop­pia, con tut­to quel che ne con­se­gue nel be­ne e nel ma­le. Pe­sa­no sul­la sto­ria an­che i re­sti del­le esi­sten­ze pre­ce­den­ti e in al­cu­ni ca­si so­no «re­sti» as­sai in­gom­bran­ti, ov­ve­ro i fi­gli del tuo com­pa­gno. Nien­te di par­ti­co­lar­men­te ori­gi­na­le, ma tut­to è trat­ta­to con leg­ge­rez­za, nel­lo sti­le fre­sco e un po’ ci­ni­co di Ester Vio­la. La par­te me­glio riu­sci­ta sta­vol­ta è pro­ba­bil­men­te quel­la che ri­per­cor­re la di­co­to­mia nord/sud at­tra­ver­so una se­que­la di luo­ghi co­mu­ni. Che pe­ral­tro spes­so si ri­ve­la­no ab­ba­stan­za fon­da­ti. Vi­ve­re a Mi­la­no per un na­po­le­ta­no sem­bra in­som­ma un’im­pre­sa all’ini­zio ab­ba­stan­za dif­fi­ci­le, ma — si sa — chi vie­ne dal Ve­su­vio ha sem­pre una mar­cia in più. E l’av­vo­ca­tes­sa Oli­via Mar­ni lo di­mo­stra am­pia­men­te nel cor­so del­le sue di­sav­ven­tu­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.