Corriere del Mezzogiorno (Campania)

Buon compleanno Pino Daniele Si canta dai balconi, in tv e sulla rete

Le iniziative già organizzat­e sono state riconverti­te. Tutto ruota attorno al flash mob mentre il Palaparten­ope manderà le sue canzoni a porte chiuse al posto del concerto

- Carmine Aymone

Dai balconi delle nostre case stasera dalle 21, si festeggerà il 65° compleanno di Pino Daniele, che cade nel giorno di San Giuseppe e della Festa del papà, intonando le sue canzoni. Una data per ricordarlo molto sentita dai napoletani e non solo. Giorni fa., per esempio, Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro, dal balcone di casa sua, con la chitarra in mano, ha intonato «Quanno chiove».

Stasera a Napoli, invece, andrà in scena un flash mob, voluto da Rino Manna patron del Palaparten­ope, dove si sarebbe dovuto svolgere il tradiziona­le live omaggio a Pino. La tensostrut­tura di Fuorigrott­a aprirà virtualmen­te i suoi cancelli – pur senza pubblico – dalle 21. Il Palaparten­ope (che ospitò gli ultimi concerti in città dell’«uomo in blues») diffonderà dagli altoparlan­ti tre canzoni: «Je so’ pazzo», «Napule è», e «Terra mia» invitando tutti a partecipar­e al flash-mob dalle proprie case, condividen­do video, foto sui social con l’hashtag #Jestovicin­oate.

Un modo social, in piena emergenza coronaviru­s, di stringersi intorno all’arte del «lazzaro felice». Il Palaparten­ope avrebbe dovuto ospitare stasera «Je sto’ vicino a tte», il memorial voluto dal fratello Nello Daniele, con la direzione artistica di Federico Vacalebre e la diretta tv di Canale 21. Si sarebbero dovuti esibire Mario Biondi, Sergio Cammariere, Bobby Solo, Francesco Baccini, Enzo Avitabile, i Musica Nuda, Peppino Gagliardi

Canale 21, intanto, alle 21.35 manderà in onda i momenti principali della scorsa edizione del memorial con Avitabile, Lina Sastri, Antonio Annona, Sara

Tramma, Speaker Cenzou, Raiz, Avion Travel, Tony Esposito, NCCP.

Slitterà forse a settembre intanto il raduno dei fan di Pino «Il feeling è sicuro» voluto da suo figlio Alex con la Fondazione Pino Daniele Trust Onlus che nell’installazi­one museale «Pino Daniele Alive» al Mamt - Museo della pace in via Depretis, avrebbe dovuto ospitare oggi presentazi­oni di libri, incontri tematici e altro.

Pino Daniele nacque il 19 marzo del 1955 in via Francesco Saverio Gargiulo 20 (ex vico Foglie a Santa Chiara), nel cuore del centro storico, all’ombra della Basilica di Santa Chiara. Sono trascorsi cinque anni dalla sua scomparsa e ogni strada, ogni angolo, locale della sua città respira di lui, come se un’unica eterna canzone diffondess­e le sue note ovunque e su chiunque. A partire dalla «sua» Santa Maria la Nova. La sua musica, insomma, continua a sopravvive­rgli.

In questi giorni è uscito il cd «Pino Daniele unplugged» del pianista e compositor­e partenopeo Larry Del Prete (nipote di Franco Del Prete degli Showmen e dei Napoli Centrale, scomparso un mese fa. Del Prete, accompagna­to da Enzo Anastasio al sax (che nel 2015 ha pubblicato il cd «Che soddisfazi­one Pino Daniele – Instrument­al») e da Agostino Mas alle percussion­i, ha riletto una manciata di brani dello scugnizzo di Santa Chiara.

Anche il chitarrist­a Mauro Di Domenico, ha dato alle stampe l’«Antologia napolitana for classical guitar» dove si sono anche alcuni brani di Daniele. Di Domenico ha già dedicato un disco all’autore di «Terra mia»: «Essenza». Album che si aggiungono ai tanti omaggi realizzati dopo la morte di Pino: Teresa De Sio («Teresa canta Pino»), Pietra Montecorvi­no («Pietra a metà»), Mariangela D’Abbraccio («E chi mo canta appriesso a me?»), Gianni Guarracino e Leo D’Angelo («Alma partenopea»), San Gennaro Team («Bio Naples: Neapolitan songs»), Paolo Raffone («Pino Daniele opera»). Loredana Daniele (figlia del fratello Carmine), ha dedicato il suo cd d’esordio allo zio, cosa che ha fatto anche Vittorio De Scalzi dei New Trolls, col disco «L’attesa» (che include il blues «Pino»). E Marco Zurzolo nel cd «Vesuviana», oltre a dedicare la composizio­ne «Rino» a suo fratello, suona «Zingari felici» e «Assaje» pensando a Pino.

 ??  ??
 ??  ??
 ??  ?? Emozioni L’angolo di Santa Maria la Nova con la scultura della chitarra Paradise suonata da Pino Daniele e una targa a lui dedicata (foto Dino Borelli)
Qui sopra, una foto di Daniele scattata da Lino Vairetti per il primo provino
Emozioni L’angolo di Santa Maria la Nova con la scultura della chitarra Paradise suonata da Pino Daniele e una targa a lui dedicata (foto Dino Borelli) Qui sopra, una foto di Daniele scattata da Lino Vairetti per il primo provino

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy