«Ser­vo­no nuo­ve com­pe­ten­ze»

Car­lo Ca­pa­sa, sa­len­ti­no, è il nu­me­ro uno dell’Ac­ca­de­mia del­la Mo­da «Per cre­sce­re bi­so­gna pun­ta­re an­che su lo­gi­sti­ca e or­ga­niz­za­zio­ne»

Corriere del Mezzogiorno (Puglia) - - Dossier L’intervista - Ro­san­na Lam­pu­gna­ni

Il sa­len­ti­no Car­lo Ca­pa­sa, pre­si­den­te del­la Ca­me­ra na­zio­na­le del­la mo­da è fi­du­cio­so: an­che la Pu­glia sta di­ven­tan­do un luo­go di ec­cel­len­ze, in­ve­sto­no i brand stra­nie­ri più im­por­tan­ti, ma bi­so­gna in­ve­sti­re sul­la for­ma­zio­ne sco­la­sti­ca e uni­ver­si­ta­ria e con­ti­nua­re a la­vo­ra­re per la tra­spa­ren­za nei pro­ces­si pro­dut­ti­vi per scon­fig­ge­re il la­vo­ro ne­ro.

Ca­pa­sa, la Pu­glia è sem­pre sta­ta la ter­ra del la­vo­ro a do­mi­ci­lio per il set­to­re del­la mo­da: og­gi co­sa è cam­bia­to?

«Nel tes­si­le, ab­bi­glia­men­to, cal­za­tu­rie­ro ci so­no 4500 im­pre­se che oc­cu­pa­no 30mi­la per­so­ne, pa­ri al 18% dell’oc­cu­pa­zio­ne ma­nu­fat­tu­rie­ra re­gio­na­le, e al 5% de­gli oc­cu­pa­ti ita­lia­ni del set­to­re. Il fat­tu­ra­to mo­da del­la Pu­glia si at­te­sta in­tor­no a 2,5 mi­liar­di, pa­ri al 4% di quel­lo na­zio­na­le. L’Istat ag­giun­ge che nel 2017 l’ex­port mo­da pu­glie­se è cre­sciu­to del 4,3%, co­sì co­me è in­cre­men­ta­to l’ar­ri­vo di azien­de este­re nel­la re­gio­ne. Que­sti da­ti im­por­tan­ti e la vo­lon­tà di es­se­re un po­lo di ec­cel­len­ze per la pro­du­zio­ne di brand di al­ta qua­li­tà ci im­pon­go­no di pro­se­gui­re nel per­cor­so virtuoso del­la tra­spa­ren­za e trac­cia­bi­li­tà per scon­fig­ge­re il la­vo­ro ir­re­go­la­re».

Il cal­za­tu­rie­ro, con­cen­tra­to nel nord ba­re­se e nel­la zo­na di Ca­sa­ra­no, all’ini­zio del se­co­lo ha vis­su­to mo­men­ti di gran­de cri­si: la si­tua­zio­ne è mo­di­fi­ca­ta?

«Sta re­cu­pe­ran­do, com- ples­si­va­men­te il set­to­re sta cre­scen­do con vo­lu­mi in­te­res­san­ti; in par­ti­co­la­re a Ca­sa­ra­no ci so­no nuo­ve im­pre­se, an­che di al­ta qua­li­tà».

Qua­li so­no le azien­de che in­ve­sto­no in Pu­glia?

«So­no gran­di mar­chi fran­ce­si e in­gle­si che scel­go­no di ve­ni­re in que­sta re­gio­ne an­che per la qua­li­tà del­la ma­no­do­pe­ra».

Per cre­sce­re ul­te­rior­men­te di co­sa ha bi­so­gno il set­to­re?

«Cre­do nel­la lo­gi­sti­ca, nel­la or­ga­niz­za­zio­ne, in una nar­ra­zio­ne che ten­ga in­sie­me i va­ri seg­men­ti. Bi­so­gna far scoprire co­sa è in gra­do di fa­re la Pu­glia, co­me è ca­pa­ce di tra­man­da­re i sa­pe­ri, per di­mo­stra­re a tut­ti di non es­se­re cer­to il Ban­gla­de­sh di cui ha par­la­to il New York ti­mes».

Car­lo Ca­pa­sa, per con­clu­de­re: quan­to in­ci­de an­co­ra il la­vo­ro ne­ro nel set­to­re mo­da?

«In Ita­lia ci so­no 45 mi­la la­vo­ra­to­ri ir­re­go­la­ri, ma la mo­da è l’uni­co set­to­re che ne­gli ul­ti­mi an­ni ha ri­dot­to del 16% il la­vo­ro ne­ro; ag­giun­go che l’80%-90% dei 45 mi­la ir­re­go­la­ri la­vo­ra­no per azien­de che pro­du­co­no be­ni di bas­sa qua­li­tà; in­fi­ne: 4 5mi­la è una ci­fra ri­le­van­te an­che su un to­ta­le di 3,5 mi­lio­ni di la­vo­ra­to­ri ir­re­go­la­ri. Si trat­ta, quin­di, dell’ 1,4% in un set­to­re che con i suoi 90 mi­liar­di di fat­tu­ra­to è il se­con­do in Ita­lia. In­si­sto: c’è mol­to da fa­re sul fron­te del­la tra­spa­ren­za, de­gli in­ve­sti­men­ti sul­la for­ma­zio­ne, sco­la­sti­ca e uni­ver­si­ta­ria, de­gli in­cen­ti­vi per nuo­ve im­pre­se, per­ché il set­to­re mo­da, an­che in Pu­glia, ha bi­so­gno di com­pe­ten­ze nuo­ve».

I da­ti

«In Pu­glia la mo­da fat­tu­ra 2,5 mi­liar­di di eu­ro, pa­ri al 4% ita­lia­no»

Fra­tel­liA si­ni­stra Car­lo Ca­pa­sa, pre­si­den­te Ac­ca­de­mia del­la Mo­da Ita­lia­na A de­stra lo sti­li­sta sa­len­ti­no En­nio Ca­pa­sa

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.