Corriere del Trentino

Veglia pasquale con 21 battesimi

Ieri la solenne liturgia. L’arcivescov­o: apritevi al prossimo

- R. C.

TRENTO Si chiamano Ilaria e Jonida, una italiana e la seconda albanese. Sono state battezzate ieri sera dall’arcivescov­o di Trento, monsignor Lauro Tisi, durante la veglia pasquale in Duomo. La lunga liturgia è caratteriz­zata dalla benedizion­e del fuoco all’esterno della chiesa e dall’accensione del cero pasquale. Altri diciannove catecumeni sono stati battezzati ieri sera nelle chiese della Diocesi di Trento, di cui tredici nella parrocchia della Sacra famiglia a Rovereto. Nell’omelia, l’arcivescov­o Tisi ha parlato della «notte che è intorno a noi, notte sempre più fonda», ma ha anche sottolinea­to che «la veglia pasquale non è un puro ricordo di fatti lontani, ma la partecipaz­ione viva e reale all’evento della Resurrezio­ne». In un messaggio di auguri ai trentini, l’arcivescov­o ha insistito sulla necessità di «uscire» e «aprirsi» al prossimo.

 ??  ?? Arcivescov­o Monsignor Lauro Tisi
Arcivescov­o Monsignor Lauro Tisi

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy