Corriere del Trentino

Progetti fuori luogo

-

Il monte Bondone è importante, non solo per la città, di cui è il principale polmone verde, ma per tutto il turismo trentino. Se il buon giorno si vede dal mattino, c’è pocio da stare tranquilli.

Meglio allora tenera alta l’attenzione. Sui progetti per il Bondone, almeno questa è la mia impression­e, grava una pesante coltre di fumo. Partendo con grande clamore, si è assegnato alla funivia il ruolo di motore del rilancio. Contempora­neamente sono spuntati ben dieci progetti sportivi nonché la proposta di un campo da golf alle Viote, il primo vero obiettivo della grande operazione.

Mi riesce impossibil­e scordare il progetto, presentato in pompa magna da Patrimonio del Trentino nel 2014 alla fiera internazio­nale dell’immobiliar­e di Monaco, che prevedeva il «rilancio» dell’area delle caserme grazie a 83.000 metri cubi di nuovo cemento. Di fronte a un mare di proteste, nonché alla mancanza di acquirenti, la cosa fu accantonat­a. Spunta oggi il golf ed evidenteme­nte questo nuovo paradiso sportivo sarà collocato sull’area delle caserme. Nessuno ci dice che ne sarà di queste. Una cosa comunque mi pare certa: la Provincia è ben decisa a liberarsi del complesso, autorizzan­do contempora­neamente ogni possibile speculazio­ne edilizia collegata.

Il progetto di grande funivia mi sembra difficilme­nte realizzabi­le, per la concorrenz­a del collegamen­to stradale, per il costo e per la sua evidente

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy