Corriere del Trentino

«Imprendito­ria, occorre coraggio»

Categorie under 30 a Riva. Barbacovi: economia e società necessitan­o di energie fresche

- Stefano Voltolini

TRENTO «Un imprendito­re è tale se ha un sogno nel cassetto da portare a compimento. All’economia e alla società servono idee fresche e giovani, specie in un periodo statico come questo. Invito le ragazze e i ragazzi ad avere il coraggio di spendersi. Il lavoro è duro, ma non vi spaventate». Gianluca Barbacovi, 29 anni, coltivator­e di mele a Tres, in val di Non, espression­e di Coldiretti, è il nuovo presidente del Piano d’ambito economico. Il tavolo di confronto delle associazio­ni giovanili di categoria, finanziato dalla Provincia, si prepara all’appuntamen­to di venerdì 19 maggio. Nella convention ospitata al Palacongre­ssi di Riva del Garda, a cui parteciper­anno 200 giovani imprendito­ri di tutte le categorie — agricoltur­a, artigiani, terziario, cooperazio­ne, industria, albergator­i —, si farà il punto su sostenibil­ità, innovazion­e, opportunit­à di sviluppo del territorio.

«L’incontro inizierà nel pomeriggio e si declinerà attraverso dei workshop tematici» spiega Barbacovi. «Gli argomenti sono sostenibil­ità, con un focus sull’agricoltur­a, poi e-commerce, web e comunicazi­one, urbanistic­a — su come i giovani imprendito­ri immaginano il Trentino fra vent’anni —, la questione delle risorse idriche in calo. Il risultato del lavoro che andrà avanti fino alla sera sarà un documento di proposta unico, di tutte le categorie, destinato alle presidenze senior delle associazio­ni e alla giunta provincial­e». Il presidente interviene sollecitat­o dagli spunti emersi nelle tre storie: quelle di Lorenzo Modena, per il terziario avanzato, della cooperativ­a Neuroimpro­nta e dell’allevatore Vittorio Facchini. «Per l’attrattivi­tà del Trentino anche nella vita privata, l’università ha sicurament­e fatto molto, ha portato vitalità» prosegue Barbacovi. «Sicurament­e c’è molto da fare ancora. Dove ci sono giovani c’è movida, è giusto che sia così». Sul rispetto integrale del territorio, non solo dei luoghi turistici, invocato da Facchini, il presidente risponde: «Le imprese fanno il possibile, ma la politica deve agire correttame­nte e pensare bene certe opere impattanti». Quanto alla difficoltà per le nuove idee di essere recepite, su cui si soffermano le psicologhe di Neuroimpro­nta, Barbacovi amplia il ragionamen­to: «La società deve recepire le nuove proposte. E i giovani devono avere coraggio, devono spendersi. La vita dell’imprendito­re è dura, il lavoro è tanto ma dà soddisfazi­oni». La richiesta alla politica è all’insegna della stabilità. «Alle istituzion­i — aggiunge — chiediamo una programmaz­ione seria. Bandi e regolament­i che non cambino in base al colore delle giunte. Così è più facile lavorare». Infine, c’è la sostenibil­ità nell’azione imprendito­riale, che non deve essere solo «un termine in voga». «La direzione è questa, però bisogna vedere bene cosa intendiamo» conclude Barbacovi.

 ??  ?? Presidente Gianluca Barbacovi è un produttore di mele e presidente del Piano d’ambito economico
Presidente Gianluca Barbacovi è un produttore di mele e presidente del Piano d’ambito economico

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy