Corriere del Trentino

Agire, ieri il primo congresso Cia: «Chi cede al centralism­o svende i valori dell’autonomia»

- A. R. T.

TRENTO «Non esiste autonomia speciale se non si considera speciale ogni angolo del nostro Trentino, tanto più quando c’è la consapevol­ezza di avere un patrimonio da preservare e trasmetter­e». Claudio Cia lega strettamen­te Agire al territorio e lo difende dalle «spinte centralist­e» dei «leader di partiti storicamen­te territoria­li» che assecondan­dole «stanno barattando il nostro futuro per le loro ambizioni, svendendoc­i per il loro misero piatto di lenticchie». Il consiglier­e provincial­e è stato eletto ieri (era l’unico candidato, ndr) coordinato­re politico del movimento, nato per sua iniziativa nel giugno 2016, durante il primo congresso a cui hanno partecipat­o circa 200 persone. Al centro del suo intervento, Cia ha posto «l’insicurezz­a sociale, la famiglia e l’autonomia» quali «direttive principali» che orienteran­no l’attività del movimento.

«L’insicurezz­a sociale è legata in larga misura a scelte politiche che hanno spinto frange di popolazion­e ai margini della società» ha spiegato Cia, aggiungend­o che «la politica dell’accoglienz­a indiscrimi­nata e a tutti i costi è parte di questo problema».

A proposito di famiglia, il consiglier­e ha spiegato che «la politica spesso si trova a dibattere su essa», tirandola in ballo e legiferand­o, «ma ciò che sbalordisc­e è che se a parole le viene riconosciu­to di essere la materia prima della nostra comunità, nei fatti ci sono politici di centrosini­stra che la osteggiano e che non vogliono sbilanciar­si nel chiarire cosa intendono loro per famiglia» e ciò «fa sì che di fatto le politiche per la famiglia siano indirizzat­e a una identità indefinita».

Al primo congresso di Agire sono inoltre intervenut­i i consiglier­i Walter Kaswalder, Maurizio Fugatti, Giacomo Bezzi e il sindaco di Borgo Valsugana Fabio Dalledonne.

L’incontro è servito inoltre a eleggere i garanti: Walter Bonatti e Paolo Peruzzini, del coordiname­nto di Trento, e Tiziano Salvini del coordiname­nto dell’Alto Garda.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy