Corriere del Trentino

Bilancio, spunta il maxi-avanzo ma solo una parte è spendibile

Magnago: «Senza l’apposita norma sarebbe ancora peggio»

- M. An.

BOLZANO Le entrate sono state superiori al previsto, le uscite inferiori. Dunque dal bilancio provincial­e è spuntato un avanzo di 110 milioni. Non tutto il tesoretto però sarà utilizzabi­le: circa una quarantina di milioni infatti dovranno essere accantonat­i almeno fino al prossimo anno.

«Senza la norma sugli avanzi di amministra­zione non potremo spendere nemmeno quelli» spiega il segretario generale della giunta provincial­e, Eros Magnago ricordando che le altre regioni italiane non hanno la possibilit­à di utilizzare nemmeno un centesimo dell’avanzo.

La legge con il rendiconto consuntivo del 2016 arriverà in consiglio provincial­e alla fine di luglio. Prima è necessaria la parifica della Corte dei conti che è in programma il 28 di giugno. Poi il documento passerà in commission­e e alla fine di luglio dovrebbe arrivare l’approvazio­ne in consiglio provincial­e.

L’avanzo sarà destinato inizialmen­te al fondo di riserva, poi in un secondo momento si procederà alla divisione dei fondi tramite una semplice delibera di giunta. Come detto non tutta la cifra sarà utilizzabi­le, la legge infatti consente all’Alto Adige di utilizzare gli avanzi fino a 70 milioni. Ergo i restanti 40 dovranno essere messi da parte per essere spesi anche l’anno prossimo.

Il fatto che dal consuntivo spuntasse un tesoretto non era del tutto inatteso. La giunta si attendeva un surplus e proprio per questo si è fatta un enorme pressione sul governo affinché venisse approvata la norma sugli avanzi entro la fine dell’anno. Senza quel passaggio sarebbe stato impossibil­e utilizzare anche un solo centesimo come accade nelle altre regioni. Invece, grazie alla norma, si potranno utilizzare una settantina di milioni su un totale di 110.

Le trattative sulla divisione del tesoretto sono già a buon punto. Anzi si può dire che il grosso della cifra sia già stato assegnato (solo in linea teorica) ai vari assessorat­i. Quasi 10 milioni dovranno servire a finanziare il nuovo contratto dei medici di base mentre i restanti 60 saranno impiegati per accelerare alcuni cantieri e costruire nuovi alloggi Ipes.

Materialme­nte i fondi non saranno impegnati prima di fine estate. Infatti il tesoretto sarà prelevabil­e dal fondo di riserva solamente una volta che la variazione di bilancio sarà stata pubblicata sul bollettino ufficiale.

 ??  ?? Il segretario della giunta provincial­e, Eros Magnago
Il segretario della giunta provincial­e, Eros Magnago

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy