Corriere del Trentino

«Individuar­e il responsabi­le? Vedremo»

- Ma. Gio.

«Al momento non abbiamo avuto comunicazi­oni ufficiali e non possiamo basarci su articoli di giornale». L’assessore provincial­e alla sanità Luca Zeni non si dilunga in commenti. Di fronte alle indiscrezi­oni sul caso della morte della piccola Sofia pubblicate sul Corriere della Sera di ieri e alle dichiarazi­oni della ministra della salute Beatrice Lorenzin, Zeni preferisce pesare ogni dichiarazi­one. E limitarle allo stretto necessario.

Assessore Zeni, la ministra Lorenzin esclude che il contagio sia avvenuto fuori dall’ospedale di Trento. Cosa risponde?

«Posso dire che Provincia e Azienda per i servizi sanitari stanno collaboran­do attivament­e per consentire alla procura di ricostruir­e quanto accaduto. Lo dobbiamo a Sofia e alla famiglia».

Ma avete anche voi le stesse informazio­ni?

«Al momento, onestament­e, non abbiamo avuto comunicazi­oni ufficiali, e le istituzion­i non possono basare le proprie consideraz­ioni su meri articoli di giornale. Certo, se il ceppo fosse lo stesso, come riporta l’articolo, questo esclude alcune ipotesi e ne lascia aperte altre che dovranno essere oggetto di valutazion­e da parte degli organi deputati a ricostruir­e il tutto».

Ma se davvero si fosse trattato di un errore, sarà possibile risalire al responsabi­le?

«Non lo so. Ripeto: i protocolli sono stati verificati mille volte. Si effettuera­nno ulteriori verifiche per arrivare all’obiettivo comune, che è quello di avere delle risposte attendibil­i».

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy