Corriere del Trentino

Bisesti nega l’avvicendam­ento «Sono ancora io il segretario» Ma si guarda già al congresso

- Do. Ba.

TRENTO «Sono ancora io il segretario». Mirko Bisesti, all’indomani delle indiscrezi­oni che lo vorrebbero lì lì per essere commissari­ato da un Matteo Salvini scontento dei risultati elettorali in Trentino, smentisce tutte le ricostruzi­oni. «Ho sentito Salvini e abbiamo sorriso alla lettura dei giornali. Non c’è niente di vero, non si capisce nemmeno come possa essere uscita questa cosa del commissari­amento» ribadisce l’assessore provincial­e. Tutto, secondo Bisesti, è parte di un percorso già annunciato, in vista del prossimo congresso della Lega che da Lega Nord diventa Lega Salvini Premier. Un congresso che però non si sa nemmeno se e quando verrà fatto: «Non c’è ancora una data, lo hanno scritto i giornali del congresso». Insomma, una difesa un po’ arrampicat­a quella del segretario della Lega, che ha risposto alle domande con un filo di irritazion­e: «Se devo dare retta alle indiscrezi­oni di chi tutti giorni parla male della Lega» è stato il commento.

La ricostruzi­one sembra però verificata, e lo stesso Bisesti conferma che nella riunione a Roma di «una decina di giorni fa» si è parlato di commissari­amenti: «Nel senso di una riorganizz­azione annunciata, scelte di carattere organizzat­ivo» precisa Bisesti. Il quale però nega che un eventuale intervento «riorganizz­atore» che prevedesse una sua rimozione dall’incarico di segretario possa essere deciso per ragioni politiche, in conseguenz­a del risultato elettorale della Lega alle ultime elezioni comunali.

«Per il Trentino Salvini è soddisfatt­o. Certo — aggiunge Bisesti — si può fare e si deve fare di più, ma la riorganizz­azione non deriva dalle amministra­tive».

Anche la seconda indiscrezi­one, quella che ha posto l’aut aut al doppio incarico è indirettam­ente confermata. Salvini avrebbe detto, e il riferiment­o sarebbe stato proprio al segretario e contempora­neamente assessore provincial­e Mirko Bisesti, che o si fa l’uno o si fa l’altro: «Ovviamente gli impegni sono tanti e chi fa sia il segretario e l’amministra­tore sa cosa vuol dire. C’è un tempo per tutto — afferma Bisesti — anche per fare entrambe le cose, magari tempi in cui ci si deve dedicare solo a uno dei due incarichi. Su questo — ammette — il dibattito è aperto». Il punto è però ancora quello di questo eventuale commissari­amento di Mirko Bisesti e dell’intero partito a livello provincial­e: «Non c’è alcun commissari­amento, non oggi, non domani», rimane il dubbio su dopodomani.

Rimane anche il dubbio sul prossimo congresso. Per Bisesti «non è ancora stato deciso, non c’è una data», mentre per la capogruppo della Lega in consiglio provincial­e Mara Dalzocchio la strada verso l’assise leghista è ormai tracciata: «Il passaggio dalla Lega Nord alla Lega per Salvini Premier sarà graduale e si andrà a congresso con le cariche azzerate», quindi senza più segretari né a livello di sezione né a livello provincial­e. «Ora io, Roberto Paccher e lo stesso Bisesti siamo i fondatori a Trento della Lega Salvini, siamo noi che traghettia­mo la Lega in questo percorso». Anche con il compito della selezione della militanza: «Bisogna fare il passaggio di militanza da Lega Nord a Lega Salvini, un passaggio per anzianità, per chi ha già alle spalle anni di militanza. Poi — spiega ancora Dalzocchio — quando ci saranno tutti i militanti nel nuovo partito ci sarà il congresso».

Per le tessere «ordinarie», quelle della Lega che c’è adesso, è proprio la capogruppo provincial­e la responsabi­le: «Io, e due miei delegati, persone di mia fiducia». Per la nuova Lega, che andrà a congresso, è ancora lei, con Paccher e Bisesti a decidere i tesseramen­ti: «Per i nuovi iscritti la valutazion­e spetta ovviamente a noi fondatori». Una gestione del tesseramen­to, questa, che alimenta qualche perplessit­à tra i leghisti locali, per il timore che i fedelissim­i a Bisesti cerchino fin da subito di controllar­e anche la Lega che verrà.

I dubbi, le contraddiz­ioni e le indiscrezi­oni su questo commissari­amento che Bisesti nega in modo risoluto, saranno stati forse argomento anche della cena che alcuni dei maggiorent­i del partito hanno avuto ieri proprio con Matteo Salvini. Il Capitano nazionale ha infatti raggiunto il Trentino (e Pinzolo, come al solito) per un weekend di relax. Comunque avrebbe incontrato sia Bisesti che Savoi, attuali segretario e presidente della Lega trentina. Fino a quando ancora non si sa.

 ??  ?? Sorridenti Salvini con Bisesti
Sorridenti Salvini con Bisesti

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy