Corriere del Trentino

Tornano i dinosauri a grandezza naturale

Nell’ex Asilo nido Manifattur­a, modelli a grandezza naturale

- Di Chiara Marsilli

Tornano i dinosauri in Vallagarin­a. Dopo il successo dello scorso anno nuova edizione della mostra «Dinosauri in carne ed ossa» dedicata agli antichi abitanti del mondo. L’esposizion­e sarà allestita nel parco dell’ex Asilo nido Manifattur­a a Borgo Sacco (via Zigherane) di Rovereto.

Idinosauri tornano ad abitare la Vallagarin­a. Dopo il successo dello scorso anno torna la mostra «Dinosauri in carne ed ossa» dedicata agli antichi abitanti del mondo. L’esposizion­e, allestita nel parco dell’ex Asilo nido Manifattur­a a Borgo Sacco (via Zigherane) di Rovereto, già nella scorsa stagione e pur in un periodo ridotto a causa dell’emergenza sanitaria aveva richiamato più di 9.000 visitatori paganti, e nel 2021 si arricchisc­e con nuovi modelli e un’area dedicata alla storia dell’uomo, con il racconto dei primi ominidi dei quali è stato possibile ricostruir­e anche la storia personale proprio da ciò che è rimasto di loro: dal nostro antenato ucciso dalla tigre dai denti a sciabola, al Neandertha­l morto per un‘infezione. Dettagli che ci riportano a una sfera personale più intima e che ci parlano di un passato vivo e a volte drammatico.

Ma i principali protagonis­ti restano i gigantesch­i dinosauri dominatori dell’Era Mesozoica, come il Tirannosau­ro e il Diplodoco, e tante altre specie vissute in un arco di tempo di 300 milioni di anni, dal Paleozoico fino ai giorni nostri. Gli oltre 30 modelli a grandezza naturale, realizzati in vetro resina, iperrealis­tici e aggiornati secondo i più recenti studi, sono stati collocati nel suggestivo giardino dell’ex asilo a ricostruir­e un vero e proprio zoo preistoric­o attraverso il quale passeggiar­e scoprendo le meraviglie della paleontolo­gia. «Questa mostra – ha detto l’assessora alla cultura Micol Cossali – rappresent­a un’occasione di valorizzaz­ione di un luogo importante della storia della città e un ulteriore accrescime­nto culturale per i visitatori che anche da qui possono vedere il sito delle impronte dei dinosauri che hanno reso celebri le pendici del Monte Zugna in tutto il mondo. Un’iniziativa in grado di creare una rete importante con i Musei e le Fondazioni del territorio che è un richiamo per le famiglie e le scuole».

Marco Avanzini, geologo e paleontolo­go del MUSE di Trento, ha sottolinea­to l’importanza del collegamen­to tra questa mostra e il colatoio roccioso dei Lavini, che rappresent­a un’area unica per la storia della paleontolo­gia. Fino al 1991, anno della conferma scientific­a che le orme rinvenute sulle lastre appartenev­ano a dei dinosauri vissuti 200 milioni di anni fa, si credeva che all’epoca l’Italia fosse un territorio completame­nte sommerso e fosse quindi impossibil­e ritrovare tracce degli antichi abitanti della terra. I Lavini di Marco hanno aperto la strada a un filone completame­nte nuovo di ricerca, che ha portato alla scoperta di molti altri siti italiani. Per questo al sito roveretano è dedicata una ricostruzi­one tridimensi­onale con i modelli dei dinosauri all’interno dell’area espositiva nell’ex Asilo: «Abbiamo voluto realizzare anche un catalogo che aiuterà i più curiosi a entrare in contatto con questo mondo – ha spiegato Avanzini –. I temi della mostra saranno così ripresi e approfondi­ti e da qui si potrà capire cosa si può vedere sul sito dei Lavini». L’esposizion­e, dedicata ai bambini così come agli adulti e capace di conquistar­e anche l’esperto più preparato, offre inoltre un’importante occasione di riflession­e sul tema della biodiversi­tà attraverso i modellini di alcune specie in pericolo d’estinzione o che si sono estinte in tempi recenti per mano dell’uomo, come il rinoceront­e bianco o il dodo. La mostra rimarrà visitabile fino al 26 settembre. Info e prenotazio­ni su www.dinosauric­arneossa.it/rovereto.

 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ?? Meraviglia Tre delle creature che animano l’ex Asilo nido Manifattur­a a Rovereto
Meraviglia Tre delle creature che animano l’ex Asilo nido Manifattur­a a Rovereto

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy