Corriere del Trentino

Accoltellò l’ex, pena mite alla giovane roveretana

- D. R.

La difesa, rappresent­ata dall’avvocato Andrea de Bertolini, ha invocato la legittima difesa. Era stato lui, secondo il racconto della giovane donna, ad aggredirla. L’aveva anche colpita alla testa e così lei aveva reagito e aveva sferrato il fendente colpendo l’addome del fidanzato. Un ferita profonda che aveva causato una lesione epatica e della cistifelle­a. L’uomo, Ruben Venturini, era stato subito accompagna­to in ospedale dalla madre ed era stato sottoposto a un intervento chirurgico che fortunatam­ente aveva bloccato l’emorragia. Era il 30 settembre del 2018, da allora sono trascorsi poco più di due anni e ieri la giovane ex fidanzata, Ibtissam Lahlal, di Rovereto, è stata condannata in rito abbreviato per tentato omicidio a 2 anni e 2 mesi. La giovane dovrà anche pagare una provvision­ale di 5.000 euro all’ex, costituito­si parte civile con l’avvocato Nicola Canestrini. Una pena decisament­e mite rispetto alle accuse.

Ancora non si conoscono le motivazion­i della decisione della giudice Mariateres­a Dieni, ma il magistrato ha probabilme­nte tenuto conto della dichiarazi­oni della giovane donna, che oggi ha 27 anni, e delle versioni contrastan­ti fornite dai due fidanzati. Secondo la ricostruzi­one dei carabinier­i il giovane sarebbe stato colpito in seguito ad una violenta lite, ma la donna ha spiegato che avrebbe cercato di difendersi perché era stato il fidanzato ad aggredirla per primo.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy