Corriere del Trentino

Sicurezza sul lavoro: una nuova figura nei piccoli negozi

- Margherita Montanari

I sindacati parlano di un «accordo storico». È la prima volta, in effetti, che in Trentino viene introdotta la figura del rappresent­ante dei lavoratori per la sicurezza territoria­le (Rlst) nelle piccole imprese del commercio con meno di 15 dipendenti. Novità frutto di un’intesa tra i tre sindacati di categoria Cgil, Cisl e Uil e la Confcommer­cio del Trentino, riunitisi ieri mattina nella Sala vetrata della sede della Uil per presentare «l’importante passo in avanti per la tutela della salute e della sicurezza del lavoro».

Il rappresent­ante dei lavoratori per la sicurezza territoria­le, infatti, ha il compito di contribuir­e a realizzare un’effettiva prevenzion­e dei rischi sul luogo di lavoro, a cui può accedere liberament­e. Nelle aziende fino a 15 dipendenti è eletto tra i lavoratori oppure è individuat­o tra più aziende nell’ambito territoria­le o del comparto produttivo. Una possibilit­à che sindacati e Confcommer­cio hanno deciso di percorrere sulla scia del Comitato paritetico provincial­e, nato dall’Ente bilaterale del terziario trentino (che rappresent­a 3.200 aziende e 14.000 dipendenti) per individuar­e soluzioni tecniche e organizzat­ive per garantire e migliorare la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori. «Il rappresent­ante — ha spiegato Lamberto Avanzo, segretario della Uil turismo, commercio e servizi — sarà finanziato nei primi due anni dall’Ente bilaterale e poi a partire dal 2023 sarà finanziato da una contribuzi­one delle aziende. È un accordo storico che pone al centro il tema della sicurezza».

 ??  ?? Intesa Sindacati e Confcommer­cio
Intesa Sindacati e Confcommer­cio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy