Corriere del Trentino

Trento, Parlato predica attenzione: «Derby complicato»

- di Stefano Frigo

Guardando la classifica non dovrebbe certo essere una partita aperta a chissà quali sorprese. Da una parte ci sarà il Trento, padrone di casa e capolista in solitaria a quota 66 con un margine di vantaggio di 12 lunghezze sulla Clodiense seconda della classe. Dall’altra la Virtus Bolzano, impelagata nella lotta per non retroceder­e e distanziat­a addirittur­a di 32 punti dagli aquilotti.

Però quello che andrà in scena oggi pomeriggio alle 16 allo stadio Briamasco sarà un derby e come tale può sfuggire a tutte le previsioni.

«Mi aspetto un match molto complicato - commenta Carmine Parlato, tecnico dei gialloblù - affrontere­mo una squadra che gioca un calcio propositiv­o e non dobbiamo correre il rischio di scivolare su una buccia di banana. La Virtus ha bisogno di punti e guai a pensare alla differenza in classifica, come sempre dovremo cercare di dare qualcosa in più rispetto al passato anche per continuare lungo il nostro percorso di crescita».

All’andata l’incontro all’Internorm Arena terminò 2 -2, poi con il proseguo della stagione il Trento ha cambiato marcia mettendo la quinta senza praticamen­te più fermarsi mai mentre i biancoverd­i hanno incontrato molte più difficoltà. Capitan Andrea Trainotti e compagni su 32 uscite ufficiali si sono imposti in 18 occasioni, hanno pareggiato 12 volte e sono stati sconfitti solamente da Mestre e Union San Giorgio, in entrambe le occasioni in trasferta.Percorso molto diverso quello della Virtus Bolzano che ha portato a casa la posta piena al termine di 9 match, un punto sette volte mentre è stata superata addirittur­a in 16 occasioni. Gli aquilotti si presentera­nno all’appuntamen­to in emergenza nel parco under, il tecnico Carmine Parlato dovrà infatti fare a meno del lungodegen­te Alex Bran, di Lorenzo Contessa e Tommaso Comper. In forte dubbio anche la presenza del centrocamp­ista centrale Vincenzo Gatto, il play napoletano è alle prese con un fastidio agli adduttori che ne limita parecchio il dinamismo.

Domenica scorsa è stato rischiato in quanto il Trento soprattutt­o per il peso specifico della posta pieno – i gialloblù erano di scena sul campo della Manzanese – la sensazione è che con gli altoatesin­i verrà risparmiat­o per non rischiare di peggiorare la situazione.

Ecco quindi che il Trento dovrebbe essere schierato con l’ormai classico 4-3-1-2 con Ronco in porta e linea difensiva formata da Galazzini e Tinazzi sulle corsie esterne mentre spetterà alla coppia formata da Trainotti e Dionisi presidiare la zona centrale. Il brasiliano Gabriel Nunes occuperà la posizione di playmaker in mezzo al campo con Osuji e Caporali interni, mentre Belcastro agirò alle spalle del confermati­ssimo tandem offensivo composto da Aliù e Pattarello.

La certezza matematica della promozione in C non potrà arrivare in nessun caso in questo fine settimana mentre da mercoledì prossimo ogni turno potrebbe essere quello giusto per stappare le bottiglie di champagne.

 ??  ??
 ?? (foto Tn) ?? In attacco Grasjan Aliù
(foto Tn) In attacco Grasjan Aliù

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy