Corriere del Veneto (Padova e Rovigo)

Usl, tentata concussion­e Cassazione rigetta il ricorso

-

ROVIGO Due anni di reclusione per tentata concussion­e. La Cassazione ha reso definitiva la sentenza per l’ex dirigente dell’usl 5 polesana Stefano Romagnoli, 70enne di Ferrara in pensione dall’agosto 2018. Romagnoli era stato condannato nel novembre 2018 con rito abbreviato a due anni e otto mesi per tentata concussion­e ed a due mesi per falso. L’appello lo aveva assolto per il falso, riducendo a due anni la condanna per la tentata concussion­e. Romagnoli (avvocato Caterina Furfari) era rimasto implicato nella vicenda come ex dirigente del settore Cure primarie dell’usl 5. Nel 2014 venne denunciato ai carabinier­i dal dirigente della casa di riposo «Residenza Anni Azzurri Sant’anna» di Villadose convenzion­ata con l’usl polesana. Romagnoli avrebbe chiesto – senza successo - al manager di avere una consulenza di circa 1.500 euro al mese per far ottenere alla struttura di Villadose della strumentaz­ione medica, ad esempio sondini. Dopo che la Corte di Cassazione ha negato alla difesa l’accesso alla pubblica udienza per via del al Covid-19, l’avvocato Furfari sta valutando «di ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’uomo».( a.a)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy