L’agen­te ol­tre con­fi­ne «Tre riu­nio­ni al gior­no do­po l’ar­re­sto ci sia­mo ab­brac­cia­ti con i croa­ti»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - REGIONE ATTUALITÀ - E. Bir.

VE­NE­ZIA «A feb­bra­io ave­va­mo già le idee chia­re. Con pa­zien­za e co­stan­za sia­mo riu­sci­ti a lo­ca­liz­zar­li e non li ab­bia­mo mai per­si di vi­sta. Non è sta­to fa­ci­le… La no­stra for­za è sta­ta non mol­la­re mai». A ven­ti­quat­tr’ore dal suo rien­tro in Ita­lia un agen­te del­la squa­dra mo­bi­le di Ve­ne­zia ti­ra un so­spi­ro di sol­lie­vo ma dal­la sua vo­ce si per­ce­pi­sce an­co­ra l’adre­na­li­na per aver con­tri­bui­to a sman­tel­la­re la ban­da che ha com­piu­to il fur­to del se­co­lo a Palazzo Du­ca­le: «Era sta­to uno sfre­gio al­la cit­tà».Lui e un col­le­ga del­lo Sco so­no i due in­ve­sti­ga­to­ri ita­lia­ni che han­no rag­giun­to la Croa­zia per uno scam­bio di in­for­ma­zio­ni che si è ri­ve­la­to ne­ces­sa­rio per cat­tu­ra­re i la­dri. Quan­to tem­po sie­te ri­ma­sti in Croa­zia?

«Sia­mo par­ti­ti il 25 ot­to­bre e tor­na­ti il pri­mo no­vem­bre. Mar­te­dì scor­so sia­mo ri­par­ti­ti e ve­ner­dì al­le 13 era­va­mo in Ita­lia. In to­ta­le, do­di­ci gior­ni». Co­me si è sen­ti­to al rien­tro? «E’ sta­ta un’espe­rien­za in­di­men­ti­ca­bi­le».

Co­me ave­te tra­scor­so que­sti do­di­ci gior­ni?

«Non sia­mo an­da­ti lì per es­se­re ope­ra­ti­vi, il no­stro era un sup­por­to di in­tel­li­gen­ce. La pri­ma set­ti­ma­na c’è sta­to uno scam­bio im­por­tan­te di in­for­ma­zio­ni che era­no sta­te rac­col­te da noi e dai col­le­ghi del­lo Sco». Che ti­po di in­for­ma­zio­ni?

«Quel­le re­la­ti­ve al­la vi­ta e agli spo­sta­men­ti dei so­spet­ta­ti. Tut­to ciò che ave­va­mo sco­per­to e che po­te­va es­se­re uti­le per cat­tu­rar­li. Ad esem­pio, il la­vo­ro che fa­ce­va­no. Zvon­ko Gr­gic ave­va­mo sco­per­to che la­vo­ra­va per una so­cie­tà di si­cu­rez­za pri­va­ta sul­la co­sta. Vla­di­mir Ður­kin lo ab­bia­mo lo­ca­liz­za­to an­che gra­zie a una fo­to su Fa­ce­book. Ave­va po­sta­to un’im­ma­gi­ne del­la sua ca­sa. Nel mo­men­to in cui è sta­ta lo­ca­liz­za­ta, era cam­bia­to so­lo il can­cel­lo. La ve­ra dif­fi­col­tà è sta­to Vin­ko To­mic, il ca­po ban­da». Per­ché?

«Ini­zial­men­te si pen­sa­va che fos­se in Bo­snia, ma non era co­sì. Ab­bia­mo mo­ni­to­ra­to la mo­glie e il fi­glio e sia­mo riu­sci­ti a tro­var­lo. È un cri­mi­na­le che cer­ca­va mez­zo mon­do, so­no fie­ro che ad as­si­cu­rar­lo al­la giu­sti­zia sia sta­ta la squa­dra mo­bi­le di Ve­ne­zia». Un uo­mo che uti­liz­za­va an­che di­ver­si alias.

«Esat­to. Quan­do è sta­to ar­re­sta­to, mer­co­le­dì a mez­zo­gior­no,

era­va­mo a Za­ga­bria. I col­le­ghi croa­ti non si sbi­lan­cia­va­no su di lui. Quan­do ci han­no av­vi­sa­to che lo ave­va­no pre­so, ci sia­mo ab­brac­cia­ti. Era­va­mo tut­ti stres­sa­ti…».

Il quin­to uo­mo del­la ban­da in­ve­ce è sta­to fer­ma­to il gior­no do­po al con­fi­ne con la Ser­bia.

«An­che quel­la è sta­ta un’emo­zio­ne. I croa­ti, che a dif­fe­ren­za no­stra han­no una squa­dra cat­tu­ran­di, si so­no pre­sen­ta­ti in uf­fi­cio e ci han­no det­to “Sur­pri­se!”». Ave­te avu­to del­le dif­fi­col­tà in Croa­zia?

«De­vo am­met­te­re che i col­le­ghi croa­ti so­no to­sti… Facevamo del­le riu­nio­ni al­me­no tre vol­te al gior­no per scam­biar­ci in­for­ma­zio­ni e que­sto è sta­to po­si­ti­vo. Noi due ita­lia­ni era­va­mo sup­por­ta­ti da un uf­fi­cia­le di col­le­ga­men­to, so­prat­tut­to per le co­mu­ni­ca­zio­ni in in­gle­se. I con­tat­ti con lo­ro so­no sta­ti co­stan­ti in tut­ta l’in­da­gi­ne». Che co­sa ha fat­to la dif­fe­ren­za in que­sto scam­bio?

«I croa­ti so­no mol­to sche­ma­ti­ci. Noi spa­zia­mo, sia­mo più crea­ti­vi. Ba­sti pen­sa­re al mo­ni­to­rag­gio dei pro­fi­li sui so­cial net­work dei so­spet­ta­ti. La ca­sa in­di­vi­dua­ta, la fo­to di To­mic su Fa­ce­book con lo stes­so anel­lo che in­dos­sa­va il gior­no del fur­to. Tut­ti ele­men­ti che ci han­no aiu­ta­to. Quel­lo che non han­no gli al­tri è la fan­ta­sia che ab­bia­mo noi ita­lia­ni».

Mer­ce­na­rio Zvon­ko Gr­gic

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.