Corriere del Veneto (Treviso e Belluno)

«Crisi dei container, Ue inerte Il conto lo pagano le Pmi»

D’Agostino: «Vedremo il ritorno dei magazzini»

- Gianni Favero

VENEZIA «Il tema di fondo è la concentraz­ione del traffico in mano a pochi soggetti. Si trattasse di multinazio­nali del web le autorità antitrust avrebbero i riflettori puntati di continuo. Siccome si parla di navi cariche di container, argomento poco attrattivo per l’opinione comune, nessuno pare voglia sollecitar­e provvedime­nti». La lettura della crisi dei trasporti commercial­i transocean­ici è del manager veneto Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità portuale di Trieste, che non usa giri di parole per indicare Bruxelles quale principale indiziato d’inerzia rispetto a un problema che non mancherà, fra non molto, di ripercuote­rsi anche sui prezzi al dettaglio dei prodotti finiti e, quindi, sulle tasche di tutti.

«Finora l’onda lunga dell’aumento esorbitant­e dei noli e dei ritardi nelle consegne di materie prime e semilavora­ti provocati dalla scarsità di container – spiega D’Agostino – si riflette sui conti delle imprese e sulle difficoltà incontrate nel cercare altri canali per reperire la merce. E questo è un argomento molto delicato per l’Italia e il Nordest in particolar­e, data la prepondera­nza di imprese di piccola e media dimensione e perciò più dipendenti dalla filiera della fornitura e più vulnerabil­i in un contesto di assottitar­e gliamento delle scorte».

Individuar­e la causa generale di tutto questo, tutto sommato, è abbastanza semplice: «Una catena logistica troppo tirata nella quale è bastato uno choc come l’incidente del Canale di Suez (l’ostruzione dal 23 al 29 marzo a causa di una portaconta­iner insabbiata, ndr) per mandare in crisi i collegamen­ti di mezzo pianeta. È stata – aggiunge il presidente – una tempesta perfetta inseritasi in un momento in cui il numero di navi sui mari era già ridotto a causa del blocco per Covid di molti grandi porti». Nel momento in cui la domanda di trasporto è tornata a crescere, però, non s’è registrato un ripristino della precedente disponibil­ità da parte degli armatori. I quali, viste le richieste, hanno cominciato a registrare utili enormi che qualcuno, con riferiment­o al primo semestre di quest’anno, ha calcolato in dieci volte quelli riferibili allo stesso periodo del 2020. «E non si capisce se ciò sia determinat­o da elementi oggettivi – prosegue D’Agostino – o dalla volontà di gonfiare artificial­mente una bolla da parte di chi ha in mano l’offerta. Ossia di un oligopolio basato su poche alleanze di player globali».

E l’Antitrust europeo che fa? «Sembra più preoccupat­o di muovere contestazi­oni ai porti italiani sul tema dell’applicazio­ne dell’Iva sui canoni di concession­i. No, la concentraz­ione delle compagnie di navigazion­e e i sospetti di un cartello sono argomenti che possono esser compresi da una persona su mille, per cui non generano un’evidenza politica. Credo poi – riflette ancora il presidente – che dietro a questo comportame­nto indifferen­te di Bruxelles ci sia un messaggio di fondo: esorle imprese europee a riportare vicino casa le lavorazion­i affidate ai più economici fornitori asiatici. Come si potesse, in tempi brevi, spostare le fabbriche da una parte all’altra del mondo».

E allora, nell’immediato, come si potrà reagire? «Vedremo il ritorno ai magazzini in funzione anti-choc. Per quanto riguarda i porti, è chiaro che la merce rimasta ferma prima o poi arriverà; ma dovremo dotarci di nuove piattaform­e per le scorte, zone franche e aree cuscinetto. Sullo sfondo, tuttavia, non possiamo non essere preoccupat­i per un ulteriore fenomeno: il gigantismo delle navi. Si costruisco­no sempre più grandi, presumendo che siano sempre gli attori pubblici a dover investire per adeguare ad esse le strutture portuali. In sostanza – chiude D’Agostino – non si può più pensare che siano le leggi naturali del mercato a normalizza­re crisi come quella attuale, la gestione di dinamiche di questa portata devono tornare in mano pubblica».

 ??  ?? A Trieste Zeno D’Agostino
A Trieste Zeno D’Agostino

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy