Mo­to on­do­so cin­que­cen­to fir­me per chie­de­re con­trol­li

Corriere del Veneto (Venezia e Mestre) - - VENEZIA E MESTRE - VE­NE­ZIA

Cin­que­cen­to fir­me rac­col­te on­li­ne sul­la piat­ta­for­ma chan­ge.org, in una so­la gior­na­ta, con­tro il mo­to on­do­so. A lan­ciar­la so­no il Co­mi­ta­to re­si­den­ti del Rio di Noa­le e il Grup­po 25 Apri­le. La pe­ti­zio­ne è ri­vol­ta al sin­da­co Lui­gi Bru­gna­ro a cui si chie­do­no mag­gio­ri con­trol­li e l’at­tua­zio­ne dei prov­ve­di­men­ti che già ci so­no. «Nel Rio di Noa­le non c’è nes­sun con­trol­lo – de­nun­cia il Grup­po 25 Apri­le — chi con­trol­la che tra le 8 e le 12 non tran­si­ti­no i ta­xi vuo­ti? O che sia ri­spet­ta­to il sen­so uni­co nel trat­to fi­na­le? Do­ve è fi­ni­to il si­ste­ma di con­trol­lo con Gps?» Il por­ta­vo­ce del grup­po, Mar­co Ga­spa­ri­net­ti, pro­po­ne l’in­tro­du­zio­ne di ta­xi più pic­co­li e mo­to­ri elet­tri­ci: «Non han­no sen­so bar­che da 200 ca­val­li per tra­spor­ta­re due per­so­ne, in più i tas­si­sti fan­no a ga­ra per chi va più ve­lo­ce, si van­ta­no di rag­giun­ge­re l’ae­ro­por­to in die­ci mi­nu­ti. La si­tua­zio­ne è fuo­ri con­trol­lo. La sen­sa­zio­ne è che al­cu­ne ca­te­go­rie ab­bia­no equi­vo­ca­to lo slo­gan elet­to­ra­le “ghea po­de­mo far” con “ghea po­de­mo far we­st”». Il pri­mo fir­ma­ta­rio del­la pe­ti­zio­ne e

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.