Il Mestre vo­la Bat­te il Via­ni Ora è se­con­do in clas­si­fi­ca

Corriere del Veneto (Venezia e Mestre) - - SPORT -

Gol an­nul­la­ti, pa­li, un ri­go­re che sbloc­ca lo stal­lo e il suc­ces­so che va­le il se­con­do po­sto in clas­si­fi­ca. Nell’an­ti­ci­po del­la de­ci­ma gior­na­ta del cam­pio­na­to di Ec­cel­len­za, il gi­ro­ne B sco­pre che il dominio del­la Lu­pa­ren­se non è più ta­le. Per­ché, al di là di co­me fi­ni­rà la par­ti­ta con­tro l’Union Pro di og­gi del­la ca­po­li­sta, il Mestre ades­so cor­re che è un pia­ce­re. Vin­ce 1-0 con il Via­ni a Ner­ve­sa con un pe­nal­ty grif­fa­to da Bra­da­schia al 14’ del­la ri­pre­sa e mo­stra di aver im­pa­ra­to la le­zio­ne del­le pri­me gior­na­te. La squa­dra va, si di­fen­de egre­gia­men­te e, co­sa più uni­ca che ra­ra, non su­bi­sce gol. Aspet­to che vie­ne sot­to­li­nea­to con for­za nel do­po ga­ra an­che da Ivan Ga­lan­te, vi­ce di Giam­pie­tro Zec­chin e ie­ri in pan­chi­na per la squa­li­fi­ca dell’al­le­na­to­re pa­do­va­no, fer­ma­to per due tur­ni dal giu­di­ce spor­ti­vo: «Non è sta­to fa­ci­le so­sti­tui­re Zec­chin — sor­ri­de Ga­lan­te — ma so­no stra­fe­li­ce di aver vin­to la par­ti­ta. Ci sta che non ab­bia­mo se­gna­to più di un gol, è im­por­tan­tis­si­mo aver chiu­so il mat­ch sen­za aver su­bi­to re­ti. Quan­do sei una squa­dra che cer­ca sem­pre di gio­ca­re il pal­lo­ne, è nor­ma­le che suc­ce­da que­sto. Sia­mo se­con­di in clas­si­fi­ca, og­gi guar­dar­la è bel­lo, ci vo­le­va tem­po e pa­zien­za per­ché sia­mo una squa­dra nuo­va di zec­ca e che ave­va bi­so­gno di amal­ga­ma­re vec­chi e nuo­vi. Que­sto è un gran­de grup­po, che sta di­mo­stran­do una gran­dis­si­ma per­so­na­li­tà. Quan­do il mi­ster pre­pa­ra la par­ti­ta in set­ti­ma­na, di so­li­to sa quel­lo che fa. Io ho cer­ca­to sol­tan­to di da­re il mio con­tri­bu­to e so­no con­ten­to di tor­na­re da Ner­ve­sa con la vit­to­ria in ta­sca». (d.c.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.