La Croa­zia con­se­gne­rà la ban­da del Du­ca­le «Que­stio­ne di gior­ni»

Pro­ce­du­ra a buon pun­to: i quat­tro ladri han­no da­to il con­sen­so. En­tro Na­ta­le la Croa­zia li con­se­gne­rà

Corriere del Veneto (Venezia e Mestre) - - DA PRIMA PAGINA - Al­ber­to Zor­zi

VE­NE­ZIA I ladri dei gio­iel­li del Ma­ha­ra­ja a Pa­laz­zo Du­ca­le, o me­glio i quat­tro de­te­nu­ti in Croa­zia, sa­ran­no in Ita­lia pri­ma di Na­ta­le. Ora c’è la cer­tez­za: la pro­ce­du­ra di estradizione è in fa­se avan­za­ta e or­mai non c’è più al­cun osta­co­lo. «Han­no tut­ti da­to il lo­ro con­sen­so nell’udien­za che si è te­nu­ta due mar­te­dì fa», spie­ga uno dei di­fen­so­ri.

VE­NE­ZIA I ladri dei gio­iel­li del Ma­ha­ra­ja a Pa­laz­zo Du­ca­le, o me­glio i quat­tro de­te­nu­ti in Croa­zia, sa­ran­no in Ita­lia pri­ma di Na­ta­le. Era l’au­spi­cio de­gli in­qui­ren­ti, ora c’è la cer­tez­za: la pro­ce­du­ra di estradizione è in fa­se avan­za­ta e or­mai non c’è più al­cun osta­co­lo. «Han­no tut­ti da­to il lo­ro con­sen­so nell’udien­za che si è te­nu­ta due mar­te­dì fa», spie­ga uno dei le­ga­li che li sta as­si­sten­do nel pro­ce­di­men­to croa­to. In un pri­mo mo­men­to, su­bi­to do­po gli ar­re­sti di un me­se fa, tut­ti si era­no op­po­sti e ad­di­rit­tu­ra il ca­po del­la ban­da, il 60en­ne Vin­ko To­mic, ave­va ten­ta­to la stra­da del­la cau­zio­ne da 50 mi­la eu­ro per usci­re, stop­pa­to dal giu­di­ce: ora pe­rò, do­po aver ca­pi­to che non c’era­no gran­di spe­ran­ze che quell’estradizione fos­se ne­ga­ta, han­no get­ta­to la spu­gna pu­re lo­ro. «Nell’ar­co di una de­ci­na di gior­no do­vreb­be­ro es­se­re in Ita­lia», con­ti­nua il le­ga­le.

In car­ce­re in Croa­zia, ol­tre a To­mic, ci so­no Že­li­mir Gr­ba­vec (48), Zvon­ko Gr­gic (43) e Vla­di­mir Dur­kin (48). Il ser­bo Dra­gan Mla­de­no­vic, 54 an­ni, cat­tu­ra­to pro­prio al con­fi­ne men­tre sta­va scap­pan­do dal­la Croa­zia al suo pae­se, è poi riu­sci­to a eva­de­re: ora è in Ser­bia, do­ve pe­rò non vi­go­no trat­ta­ti bi­la­te­ra­li e il man­da­to di cat­tu­ra ita­lia­no non è ri­co­no­sciu­to. Fin dall’ini­zio, tro­van­do­si an­che lui in Ser­bia, non era sta­to pos­si­bi­le ar­re­sta­re il se­sto mem­bro del­la ban­da, il con­na­zio­na­le Go­ran Pe­ro­vic. Se­con­do l’ac­cu­sa que­sto è il grup­po di ladri – To­mic sa­reb­be af­fi­lia­to ai fa­mo­si «Pink Pan­thers», ex mi­li­ta­ri sla­vi poi ri­con­ver­ti­ti­si ai col­pi mi­lio­na­ri – che lo scor­so 3 gen­na­io ha ru­ba­to due orec­chi­ni e una spil­la dal­la te­ca 154 del­la mo­stra sui te­so­ri del Ma­ha­ra­ja al Du­ca­le. La ri­co­stru­zio­ne av­ve­nu­ta sul­la ba­se del­le im­ma­gi­ni del­le te­le­ca­me­re di­mo­stra che in 28 se­con­di, al­le 10.03 di quel gior­no, To­mic ha for­za­to la te­ca e sot­trat­to i gio­iel­li, che han­no un va­lo­re com­mer­cia­le di 3 mi­lio­ni e mez­zo di dol­la­ri ed era­no as­si­cu­ra­ti per 8 mi­lio­ni.

In quel mo­men­to, a fa­re da «pa­lo» in sa­la, c’era Mla­de­no­vic, men­tre Pe­ro­vic era in un’ala di­ver­sa, do­ve poi ha ri­ce­vu­to il bot­ti­no per con­fon­de­re le ac­que. I pri­mi due so­no quin­di scap­pa­ti ver­so piaz­za­le Ro­ma, do­ve li aspet­ta­va Gr­ba­vec in au­to, men­tre Pe­ro­vic è tor­na­to in tre­no. Dur­kin e Gr­gic ave­va­no par­te­ci­pa­to in­ve­ce ai due ten­ta­ti­vi di fur­to pre­ce­den­ti, av­ve­nu­ti il 30 di­cem­bre e il 2 gen­na­io.

L'in­da­gi­ne del­la squa­dra mo­bi­le gui­da­ta da Ste­fa­no Si­gno­ret­ti, con il sup­por­to del Ser­vi­zio cen­tra­le ope­ra­ti­vo e sot­to il coor­di­na­men­to del pm la­gu­na­re Raf­fae­le In­car­do­na, è par­ti­ta pro­prio dai vi­deo, per cer­ca­re pian pia­no di ri­co­strui­re l’iden­ti­tà dei mem­bri del­la ban­da, an­che gra­zie a una ri­cer­ca cer­to­si­na sul­le mi­glia­ia di nu­me­ri te­le­fo­ni­ci che in quei gior­ni han­no ag­gan­cia­to le cel­le di Pa­laz­zo Du­ca­le. Già do­po un me­se c’era­no i so­spet­ti, poi que­st’esta­te so­no sta­ti ri­chie­sti gli ar­re­sti al gip Da­vid Ca­la­bria. Il bli­tz è av­ve­nu­to tra il 7 e l’8 no­vem­bre.

Il fur­to Uno dei ladri men­tre pren­de i gio­iel­li da una ve­tri­net­ta di Pa­laz­zo Du­ca­le, a Ve­ne­zia, im­mor­ta­la­to dal si­ste­ma di te­le­ca­me­re in­ter­no

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.