Corriere del Veneto (Venezia e Mestre)

Strisce pedonali più luci e dossi Smog, i verdi: smart working e mezzi gratis

- P. Gui. - G. Z.

Nuova illuminazi­one, dissuasori della velocità, separazion­e delle corsie di marcia e isole pedonali per tutelare chi attraversa, a piedi, gli incroci più pericolosi della città. Sono i nuovi interventi approvati dalla giunta a tutela dei pedoni. Ma per i Verdi progressis­ti serve osare di più, sul fronte mobilità. L’inquinamen­to è alle stelle da giorni e gli ambientali­sti chiedono all’amministra­zione e alle aziende private di spingere sullo smart working per ridurre gli spostament­i. Intanto, la giunta ha approvato 180 mila euro di lavori di messa in sicurezza delle strade su proposta dell’assessore alla Mobilità Renato Boraso. Cinque i punti critici individuat­i sulla base di gravità e frequenza di incidenti con pedoni coinvolti: gli incroci tra corso del Popolo e via Torino e con via Milano, via Trieste davanti all’ingresso del parco di Catene, via Rampa Cavalcavia all’altezza delle fermate del bus e tra via Miranese e via Mascagni. «Questi interventi — dice Boraso — migliorera­nno la visibilità del pedone in procinto di attraversa­re, imporranno di ridurre la velocità ai veicolo che non potranno effettuare sorpassi». I Verdi, invece, spingono per un’azione forte anti-smog: «Nel caso in cui tutto continuass­e a tacere sia il Prefetto a disporre provvedime­nti adeguati – chiedono – ad esempio rendendo gratuiti i mezzi di trasporto pubblico per ridurre il traffico in città». L’appello si estende anche alla pubblica amministra­zione e alle aziende private: «Se possibile mettete in smartworki­ng i vostri lavoratori, magari a turno – concludono – Ricordiamo la quantità enorme di danni alla salute cagionata, in tutta la pianura padana, da questa condizione atmosferic­a». La soglia limite di 50 microgramm­i di Pm10 per metro cubo d’aria in città viene superata da undici giorni consecutiv­i e anche ieri la centralina di parco Bissuola a Mestre ha registrato un picco di inquinamen­to di 105 microgramm­i attorno a mezzogiorn­o.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy